dalla Home

Test

pubblicato il 23 giugno 2010

Nuova VW Touran 1.6 TDI BlueMotion Technology

Equilibrio ed efficienza: la formula (vincente) del monovolume tedesco

Nuova VW Touran 1.6 TDI BlueMotion Technology
Galleria fotografica - Nuova Volkswagen TouranGalleria fotografica - Nuova Volkswagen Touran
  • Nuova Volkswagen Touran - anteprima 1
  • Nuova Volkswagen Touran - anteprima 2
  • Nuova Volkswagen Touran - anteprima 3
  • Nuova Volkswagen Touran - anteprima 4
  • Nuova Volkswagen Touran - anteprima 5
  • Nuova Volkswagen Touran - anteprima 6

Oltre 1.130.000 esemplari venduti in tutta Europa, praticamente un mito in Germania e un viso molto familiare in Italia. Volkswagen Touran non deve il suo successo alle mode o al caso, ma ad ingredienti ben amalgamati che ne hanno fatto una vettura solida e molto versatile. La nuova generazione diTouran non stravolge queste caratteristiche e, ad un design che ora strizza l'occhio agli ultimi canoni stilistici di mamma Volkswagen, sono abbinate nuove ed interessanti motorizzazioni, come ad esempio il 1.6 TDI da 105 CV da noi provato (prezzi da 24.000 euro in versione 1.6 TDI Trendline), un propulsore molto equilibrato, già utilizzato su Polo e Golf e che, secondo il Costruttore, verrà scelto da circa il 51% della clientela nostrana.

SOLIDITA' E FAMILY FEELING
Pochi fronzoli e tanta sostanza. Rispetto alla precedente versione, lanuova Touran acquisisce dettagli di stile inequivocabilmente Volkswagen, che però lasciano inalterata quella semplicità delle linee e quella solidità. Nel frontale troviamo un'espressione nota - trattandosi in pratica del muso della Golf VI, ora utilizzato anche su altri modelli della Casa tedesca - che in questo caso è stata rinfrescata anche dall'utilizzo di LED come luci di posizione, qualora si ordini la vettura con i fari bi-xeno; al posteriore invece il centro stile di Wolfsburg ha voluto modificare con più enfasi i gruppi ottici che ora si sviluppano orizzontalmente, hanno dimensioni maggiorate e utilizzano la tecnologia a LED, diventando molto simili alla soluzione offerta di recente come optional per le sportive Golf GTI, GTD ed R.
All'interno la sensazione di déjà-vu c'è, ed è volutamente marcata. La qualità nell'abitacolo è tangibile e il rinnovato design della plancia - praticamente quello della Golf VI - ben si sposa con gli abbondanti volumi disponibili per guidatore, passeggeri e bagagli. Le possibilità di variare le configurazioni interne sono numerose considerando che i sedili (per l'Italia saranno di serie i 7 posti) della seconda fila possono essere spostati longitudinalmente o trasversalmente, ribaltati o smontati. Nel caso standard dei cinque posti, il bagagliaio ha una capacità massima di 695 litri. Rimuovendo tutti i sedili della seconda fila, la capacità di carico massima aumenta a 1.989 litri.

DEBUTTA IL PARK ASSIST 2.0
Il secondo step evolutivo della monovolume tedesca è sancito anche da alcuni upgrade tecnologici. Per la prima volta sulla Touran è infatti disponibile il nuovo sistema di radio-navigazione RNS 315 con display touchscreen TFT a colori, mentre il sistema Park Assist 2.0, la telecamera per la retromarcia sono offerti come accessori oppure compresi di serie acquistando il sistema top di gamma RNS 510. Nello specifico, il Park Assist in versione 2.0 debutta sul nuovo monovolume tedesco con parecchie migliorie: premendo l'apposito pulsante infatti, oltre al noto automatismo di parcheggio in senso longitudinale, il 2.0 consente anche di posteggiare "a pettine", ovvero ad angolo retto rispetto alla carreggiata. Inoltre, è stata diminuta la distanza minima necessaria per parcheggiare longitudinalmente (anche fra alberi) che ora diventa di 5,2 metri: bastano quindi circa 80 cm in più rispetto alla lunghezza del nuovo Touran per "farsi" parcheggiare.

1.6 TDI SU STRADA: COMFORT E NON SOLO
Dopo altri modelli della famiglia (non solo, VW, ma anche Audi, Seat e Skoda), il 1.6 TDI debutta anche sulla Touran, pronto a sostituire l'ormai leggendario 1.9 TDI da 105 CV nelle preferenze degli italiani. L'abbiamo provato per le strade di Colonia (Germania) per un breve tratto autostradale, ma anche in città.
All'avviamento il borbottio del 4 cilindri common-rail da 1.598 cm3 non è eccessivo, complice anche la buona insonorizzazione dell'abitacolo e la cubatura limitata, ed anche nel nostro tratto guidato la rumorosità non appare mai intrusiva. Lo sforzo sul pedale della frizione è giusto, così come ben rapportato è il cambio manuale a 6 marce anche se, potendo, siamo certi che il cambio DSG a 7 marce offerto come optional (non disponibile sulla BlueMotion) risulterebbe proprio un ottimo acquisto.
Nel tratto di autobahn tedesca, senza limiti di velocità, abbiamo avuto modo di provare l'allungo e la ripresa del 1,6 litri e ne siamo rimasti soddisfatti, anche se per ragioni di traffico non siamo riusciti a toccare i 186 km/h di velocità massima dichiarata. Non aspettatevi accelerazioni fulminee (parliamo comunque di 105 CV per una massa di circa 1.700 kg), ma il motore c'è e, in maniera molto omogenea, riprende sempre.
Abbandonando l'autostrada ci addentriamo dentro Colonia e quasi subito emerge un piccolo problema col navigatore RNS 510 (il top della gamma RNS). Le indicazioni sono precise, ma se il grande schermo in plancia rappresenta la rotta con tempi e grafiche corrette, il minischermo del computer di bordo - compreso tra contachilometri e contagiri, comodissimo al guidatore nella consultazione - non riporta esattamente le stesse indicazioni, e gli avvisi di svolta comunicati con tempi differenti sul piccolo schermo possono confondere. In città tutto fila liscio in quanto a dinamica di guida, e la Touran assorbe molto bene le imperfezioni del manto stradale così come i tanti binari incontrati. Anche i semafori non sono mancati ed il supporto dello start/stop in questo caso si è trasformato in una sfida a calcolare bene i tempi di rilascio e riaccensione del motore in coda, visto che spesso è capitato di riaccendere solamente per fare pochi metri e doversi poi rifermare istantaneamente. Tutta questione di abitudine visto che, una volta "capito", questo sistema contribuisce davvero ad abbassare i consumi (per la Bluemotion si parla di 4,6 litri per 100 km, peraltro confermati dal computer di bordo), specie in ambito urbano. La nostra breve prova si è poi conclusa (come di solito si conclude ogni spostamento in ogni parte del mondo) con un parcheggio; abbiamo scelto appositamente un posto libero "a pettine" per testare subito le nuove funzionalità del Park Assist 2.0 e, dopo un primo passaggio nullo (errore nostro, la velocità era eccessiva), al secondo tentativo tutto è andato splendidamente e la vettura "si è parcheggiata" con teutonica precisione.

Scheda Versione

Volkswagen Touran
Nome
Touran
Anno
2006 (restyling del 2010) - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
Multispazio
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Test , Volkswagen


Listino Volkswagen Touran

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.2 TSI Trendline anteriore benzina 105 1.2 7 € 23.600

LISTINO

1.6 TDI DPF Trendline anteriore diesel 105 1.6 7 € 26.100

LISTINO

1.2 TSI BlueMotion Technology Comfortline anteriore benzina 105 1.2 7 € 26.750

LISTINO

1.4 TSI EcoFuel Trendline anteriore metano 150 1.4 7 € 27.800

LISTINO

1.6 TDI DPF Comfortline anteriore diesel 105 1.6 7 € 28.700

LISTINO

1.6 TDI BlueMotion Technology Comfortline anteriore diesel 105 1.6 7 € 29.200

LISTINO

1.4 TSI EcoFuel Comfortline anteriore metano 150 1.4 7 € 30.400

LISTINO

1.6 TDI DPF DSG Comfortline anteriore diesel 105 1.6 7 € 30.600

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top