dalla Home

Mercato

pubblicato il 21 giugno 2010

PSA: per l’elettrico bastano tre modelli

iOn/C-Zero, BB1 di serie e un mini van appagheranno il mercato

PSA: per l’elettrico bastano tre modelli
Galleria fotografica - Citroen C-ZeroGalleria fotografica - Citroen C-Zero
  • Citroen C-Zero - anteprima 1
  • Citroen C-Zero - anteprima 2
  • Citroen C-Zero - anteprima 3
  • Citroen C-Zero - anteprima 4
  • Citroen C-Zero - anteprima 5
  • Citroen C-Zero - anteprima 6

PSA/Peugeot-Citroen pensa che per soddisfare il mercato europeo dell'elettrico bastino tre modelli: una piccola, una piccolissima e un piccolo van. Questo è il pensiero raccolto da Automotive News presso Ayoul Grouvel, responsabile dei veicoli elettrici per il gruppo francese. Per piccola si intendono ovviamente la Peugeot iOn e la Citroen C-Zero, cloni della i-MiEV di Mitsubishi, la casa giapponese con la quale l'accordo è di fornire 100mila unità dalla fine del 2010 al 2015.

UNA PICCOLA
Secondo Grouvel saranno proprio queste due a coprire il cuore del nuovo mercato elettrico perché la loro autonomia di 130 km soddisfa statisticamente i bisogni del 90% dei clienti europei i quali percorrono al giorno mediamente 38 km (la metà di loro fa addirittura solo 5 km per recarsi al lavoro) e le loro vetture trascorrono il 92% del loro tempo parcheggiate. Questo vuol dire che non c'è il pericolo di rimanere per strada senza batteria e che c'è tempo in abbondanza per ricaricarla. Nel caso specifico, la iOn e la C-Zero ricaricano le loro batterie agli ioni di litio in 6 ore dalla presa domestica e all'80% in 30 minuti dalle colonnine di ricarica rapida con corrente trifase a 380 Volt con elevato amperaggio. Proprio per questo motivo, Grouvel non vede come vincente il sistema di sostituzione rapida della batteria (3 minuti) al quale Renault, in collaborazione con Better Place, sta pensando.

UNA PICCOLISSIMA
Per la piccolissima le tracce portano direttamente alla BB1, la piccola 4 posti lunga 2,5 metri che la Peugeot ha presentato nel 2009 allo scorso Salone di Francoforte. "La voglio fare", aveva detto Jean-Marc Gales, il boss del marchio Peugeot e i vertici della casa di Sochaux confermano di avere sui loro tavoli la questione e che stanno valutando anche la possibilità di allungare la vettura che deriverà dalla BB1 fino a 3 metri con diverse configurazioni per l'abitacolo: due posti, tre posti e 3+1. Ma forse la questione principale è quale impostazione dare a questo innovative veicolo: "Non abbiamo ancora deciso - ha detto Grouvel - se sarà un'auto vera e propria oppure un quadriciclo". Dubbio che solo una casa che fa automobili e motocicli può avere, ma che ha costi ben diversi. Nel primo caso infatti si va incontro a prove di omologazione molto più severe, non necessarie invece a quelle che da noi sono chiamate "microcar" e possono essere guidate senza la regolare patente in Belgio, Francia, Italia e Olanda. Un'ambiguità che rispecchia a pieno la natura duplice della BB1: auto, ma con 4 persone sedute su sellino e dotata di un manubrio di tipo motociclistico.

UN MINIVAN
Per il mini van, si intende invece un piccolo commerciale come Citroën Berlingo o il Peugeot Partner, da contrapporre al Kangoo EV di Renault che ha come obiettivo una produzione di 30mila unità all'anno. Anche Ford sta lavorando al suo Transit Connect elettrico. Del resto, questi commerciali sono in ascesa in tutto il mondo e la loro destinazione cittadina, oltre al fatto di essere utilizzati su percorsi prefissati, li candida ad essere i primi del genere a essere elettrificati.

IL FUTURO DELLE "GRANDI"
Proprio per questo, il francese vede poche speranze per i veicoli elettrici di dimensioni superiori come la Renault Fluence e la Nissan Leaf dai quali i clienti si aspettano percorrenze superiori. Secondo Grouvel qui sarà l'ibrido Diesel ad essere vincente, soluzione che PSA si prepara a offrire in listino dalla primavera del 2011 a partire dalla nuova DS5 e dalla 3008. Il francese fornisce anche uno scenario di mercato: nel 2020 le auto elettriche copriranno il 4,5% del mercato mentre le ibride Diesel si prenderanno il 10%.

Galleria fotografica - Mitsubishi i-MiEVGalleria fotografica - Mitsubishi i-MiEV
  • Mitsubishi i-MiEV: test in esclusiva - anteprima 1
  • Mitsubishi i-MiEV: test in esclusiva - anteprima 2
  • Mitsubishi i-MiEV: test in esclusiva - anteprima 3
  • Mitsubishi i-MiEV: test in esclusiva - anteprima 4
  • Mitsubishi i-MiEV: test in esclusiva - anteprima 5
  • Mitsubishi i-MiEV: test in esclusiva - anteprima 6
Galleria fotografica - Peugeot iOn al Salone di Francoforte 2009Galleria fotografica - Peugeot iOn al Salone di Francoforte 2009
  • Peugeot iOn al Salone di Francoforte 2009 - anteprima 1
  • Peugeot iOn al Salone di Francoforte 2009 - anteprima 2
  • Peugeot iOn al Salone di Francoforte 2009 - anteprima 3
  • Peugeot iOn al Salone di Francoforte 2009 - anteprima 4
  • Peugeot iOn al Salone di Francoforte 2009 - anteprima 5
  • Peugeot iOn al Salone di Francoforte 2009 - anteprima 6
Galleria fotografica - Peugeot BB1Galleria fotografica - Peugeot BB1
  • Peugeot BB1 - anteprima 1
  • Peugeot BB1 - anteprima 2
  • Peugeot BB1 - anteprima 3
  • Peugeot BB1 - anteprima 4
  • Peugeot BB1 - anteprima 5
  • Peugeot BB1 - anteprima 6

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , auto elettrica


Top