dalla Home

Test

pubblicato il 10 luglio 2010

Peugeot 3008 2.0 HDi: 40.000 km con lei

Resoconto di una prova collettiva, fra vicoli, autostrade e ghiacciai

Peugeot 3008 2.0 HDi: 40.000 km con lei
Galleria fotografica - Peugeot 3008 Outdoor 2.0 HDi FAP 150 CV - LONG TESTGalleria fotografica - Peugeot 3008 Outdoor 2.0 HDi FAP 150 CV - LONG TEST
  • Peugeot 3008 Outdoor 2.0 HDi FAP 150 CV - LONG TEST - anteprima 1
  • Peugeot 3008 Outdoor 2.0 HDi FAP 150 CV - LONG TEST - anteprima 2
  • Peugeot 3008 Outdoor 2.0 HDi FAP 150 CV - LONG TEST - anteprima 3
  • Peugeot 3008 Outdoor 2.0 HDi FAP 150 CV - LONG TEST - anteprima 4
  • Peugeot 3008 Outdoor 2.0 HDi FAP 150 CV - LONG TEST - anteprima 5
  • Peugeot 3008 Outdoor 2.0 HDi FAP 150 CV - LONG TEST - anteprima 6

Con 40.000 km percorsi insieme sulle strade d'Italia e d'Europa la Peugeot 3008 ha rappresentato per lo staff di OmniAuto.it un'occasione unica di prova. La crossover a due ruote motrici su pianale Peugeot 308, che sin dal suo debutto ha voluto intaccare il feudo di Nissan Qashqai, è stata utilizzata costantemente e senza particolari riguardi dalla Redazione, apprezzandone i pregi più evidenti e sottolineandone a volte gli aspetti meno convincenti, sottoponendola a un "long term test" collettivo che, pur durando poco più di 6 mesi, ci ha visti impegnati su ogni tipo di percorso e con ogni condizione climatica.

ESAME DI MATURITA'
La Peugeot 3008 Outdoor 2.0 HDi FAP 150 CV a nostra disposizione ha in pratica sostenuto un "esame di maturità" su strada, passando con disinvoltura da un guidatore all'altro attraverso lunghi trasferimenti, estenuanti attese in coda e diverse condizioni meteo, dal fango all'insidioso fondo ghiacciato delle strade d'alta quota, come quelle dello Stelvio percorse in occasione di OmniAuto.it School dove abbiamo raggiunto la temperatura di -26°C. A maggio invece la crossover del Leone ha percorso quasi 1.600 km carica di attrezzatura necessaria a raccontare in diretta la Mille Miglia 2010. Ognuno dello staff ha avuto la possibilità di sperimentarne in prima persona le doti stradali e tutti hanno apprezzato la comodità, lo spazioso abitacolo, l'ampio vano bagagli con ribaltina incorporata e soprattutto la risposta vivace del common rail da 150 CV, un motore che tutti hanno definito eccezionale. Possiamo dire di non aver risparmiato nulla alla "nostra" Peugeot 3008 e di essere stati ripagati da consumi relativamente contenuti (7 l/100 km) e un comfort di viaggio degno di vetture di categoria superiore, anche se in alcune situazioni (urbane in particolare), un buon cambio automatico avrebbe consentito di gestire meglio la tanta coppia disponibile.

DICE CHI L'HA GUIDATA
Ma vediamole in dettaglio le opinioni dei giornalisti di OmniAuto.it, riassunte in un breve giudizio che valuta gli aspetti salienti della Peugeot 3008 e cita una storia vissuta a bordo dell'auto. Il primo parere che raccogliamo è quello di Daniele Pizzo, che conferma la già accennata media dei giudizi positivi: "La Peugeot 3008 mi è piaciuta molto nei lunghi viaggi in autostrada: l'allungo del 2.0 HDi sembra infinito, un tocco sul cruise control e viaggi in relax. Da comprare assolutamente con il navigatore satellitare Wip Com 3D: costa tanto, ma è un copilota fidato e un 'terzo occhio' sul traffico". Di rilievo è anche la cosiddetta prova "uova e vetro su sampietrino romano", ampiamente superata dalla 3008 che grazie alle sospensioni dall'escursione abbondante ha portato a casa sana e salva dal supermercato il sacchetto della spesa con uova e vino bianco. Eleonora Lilli invece, promuove la tecnologia di bordo, ma raccomanda la concentrazione alla guida, perché "così tanti dispositivi possono distrarre facilmente". Lei ci racconta anche di una sensazione di eccessivo ingombro della 3008 nelle manovre, "sebbene la tenuta di strada sia ottima, grazie anche al Dynamic Rolling Control. Fluidi i cambi di marcia, buono l'impianto frenante, pronto a rispondere ad ogni comando, e davvero apprezzabile è l'ampia visibilità anteriore", ha detto, specificando che, per chi eventualmente ha famiglia fa comodo, l'ampia apertura delle portiere e l'altezza dell'abitacolo, "davvero molto pratico per armeggiare con i seggiolini o con l'allaccio delle cinture di sicurezza di bambini scatenati". Un'avventura curiosa le è capitata nei primi giorni di prova, quando la voce femminile del navigatore satellitare si è intromessa nella conversazione fra lei e il passeggero. Restando in tema di strumentazione di bordo, per Fabio Gemelli l'Head-Up Display, il pannello che visualizza in trasparenza le informazioni relative a velocità, cruise control e distanza dall'auto che precede è "una delle dotazioni più pratiche e innovative per questa categoria di veicoli, tanto da diventare lo strumento preferito nell'utilizzo quotidiano". Secondo lui la Peugeot 3008 Outdoor 2.0 HDi rappresenta "un pratico connubio fra assetto stabile e confortevole, polivalenza di utilizzo e piacere di guida". Una "grande viaggiatrice" insomma, nonostante uno stile discutibile e le ruote la cui misura non si adatta esteticamente alle dimensioni generose da station wagon rialzata. L'episodio più strano che ricorda è quello accaduto durante la Mille Miglia 2010, dove al seguito della RCZ "la nostra 3008 è riuscita a farsi notare dal folto pubblico assiepato ai bordi del Passo della Futa, semplicemente con lo stridio delle gomme sui tornanti più stretti". Una fedele e spaziosa compagna di viaggio si è rivelata anche per Filippo Salza che afferma: "sono rimasto positivamente stupito dalla versatilità di utilizzo dello spazio interno, considerendo dimensioni esterne tutto sommato contenute". Molto apprezzata inoltre l'interfaccia di comunicazione, da lui definita "intuitiva e graficamente ben sviluppata". Passi alpini, tanta autostrada e avverse condizioni meteo; Andrea Farina ha avuto la fortuna/sfortuna di poter testare la 3008 nelle condizioni più proibitive: "la 3008 ha promesso e mantenuto, sia nell'utilizzo stradale più intenso, dove l'ottimo assetto non ha fatto rimpiangere blasonate vetture dal baricentro più basso, ma anche nell'utilizzo più "selvaggio" ed anche su neve e ghiaccio. In queste condizioni il Grip Control è un interessante ausilio elettronico che aiuta a mantenere la motricità sempre ottimale, ma per innalzare realmente il limite, l'unica soluzione è montare pneumatici adeguati: solo in questo modo si eviteranno spiacevoli sorprese". Secondo Nicola Desiderio, invece "la 3008 è semplicemente un'auto giusta con uno stile ingiusto perché bella non è, ma va così bene che a vederla, dopo averla guidata dopo tanti chilometri, mi fa quasi rabbia. Prestazioni, comfort, sicurezza, spazio per il passeggeri e i bagagli: lei sa fare di tutto un po' in modo speciale senza effetti speciali. E alla fine siamo diventati amici".

Galleria fotografica - Peugeot 3008Galleria fotografica - Peugeot 3008
  • Peugeot 3008 - anteprima 1
  • Peugeot 3008 - anteprima 2
  • Peugeot 3008 - anteprima 3
  • Peugeot 3008 - anteprima 4
  • Peugeot 3008 - anteprima 5
  • Peugeot 3008 - anteprima 6

Scheda Versione

Peugeot 3008
Nome
3008
Anno
2009 - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Test , Peugeot


Top