dalla Home

Attualità

pubblicato il 16 giugno 2010

Auto elettrica: Bruxelles chiede garanzie

I consumatori dovranno essere protetti dal contatto con le parti sotto tensione

Auto elettrica: Bruxelles chiede garanzie

Entro l'anno l'auto elettrica debutterà nei listini internazionali. In base ai piani dei costruttori, mentre a Roma è già partito il progetto sperimentale di smart ED (sulle nostre strade in 100 unità), nei listini 2010 entreranno la Nissan Leaf, Citroen C-zero e Peugeot iOn. Per questo il legislatore sta intervenendo e dall'Europa arrivano una dopo l'altra le direttive su come dovrà essere l'auto a zero emissioni. Dettate le regole sulla standardizzare del processo di ricarica, è la volta del capitolo sicurezza, aperto ieri a Bruxelles.

La Commissione europea ha proposto una garanzia per proteggere i consumatori dal contatto diretto con le parti dell'auto sotto tensione. Le auto elettriche, come infatti ricorda una nota della Commissione, viaggiano con livelli di tensione elevati (550 volt). Di qui l'attenzione rispetto alla sicurezza dei consumatori. Tra l'altro, la proposta di Bruxelles aiuterà anche i costruttori europei a vendere le loro auto elettriche in Paesi terzi, parti contraenti dell'accordo Unece del 1958 (come il Giappone).

Bruxelles ha anche messo sul tavolo una drastica riduzione della legislazione europea sull'approvazione del tipo di auto, mettendo fine al dualismo fra le direttive comunitarie e le regole della Commissione economica per l'Europa dell'Onu (Unece). "I veicoli elettrici - ha detto il commissario europeo per l'Industria, Antonio Tajani - sono una delle tecnologie più promettenti per rendere più verdi i trasporti. Sapendo che queste saranno ampiamente disponibili ai consumatori in un futuro prossimo, abbiamo bisogno di assicurarci che siano sicure da usare. Le nostre proposte mirano semplicemente a questo".

E infatti, in base al calendario dell'industria automobilistica, l'anno prossimo arriveranno la Mitsubishi i-Miev, la Renault Fluence ZE, Kangoo Express ZE, Twizy ZE e BMW Serie 1; nel 2112 sarà la volta di Fiat 500 elettrica, Renault Zoe ZE, smart ED, Mercedes Classe A e Ford Focus e nel 2013 di Volkswagen Golf e E-Up.

Autore:

Tag: Attualità , auto elettrica , unione europea


Top