dalla Home

Mercato

pubblicato il 15 giugno 2010

Immatricolazioni Europa: a maggio -9,3%

La mancanza di incentivi continua a farsi sentire

Immatricolazioni Europa: a maggio -9,3%

Il mercato dell'auto nell'Unione europea a 27 continua a calare. A maggio sono state immatricolate 1.129.508 vetture nuove contro le 1.245.656 dello stesso mese del 2009. Un numero inferiore che tradotto in termini percentuali significa un calo del 9,3%, mentre ad aprile era stato del 7,4% (1.134.701 unità).

Il bilancio dei primi cinque mesi del 2010 si è così attestato, come si evince dai dati appena resi noti dall'Acea, attorno ad una crescita dell'1,9% a 5.943.096 nuove immatricolazioni, contro le 5.833.487 unità registrate nello stesso periodo del 2009. Globalmente, l'incremento maggiore lo ha segnato il Portogallo (+56,3%), mentre il calo più accentuato si è registrato in Romania (-49%). Tra i cinque principali mercati, la Germania è stato l'unico a segnare una flessione (-27,7%), mentre tutti gli altri hanno registrato un progresso: Francia (+7,2%), Italia (+7,9%), Gran Bretagna (+22%) e Spagna (+43,5%).

IL MERCATO DI MAGGIO NELL'UE
Nel solo mese di maggio, invece, le immatricolazioni sono aumentate in Gran Bretagna (+13,5% a 153.095 unità) e in Spagna (+44,6% a 102.873 unità), favorite, secondo l'Acea, dal confronto con il basso livello di consegne registrato a maggio 2009. Il mercato maggiore in Europa rimane la Germania, con 249.708 nuove immatricolazioni, ma tra i principali mercati europei quello tedesco è anche quello che ha subito la flessione più accentuata (-35,1%), seguito dall'Italia (-13,8%) e dalla Francia (-11,5%). Un quadro che, secondo l'Acea, dipende "da una parte dalla fine degli incentivi e dall'altra da una situazione economica ancora impegnativa".

LE PIU' E LE MENO VENDUTE
Procendendo l'analisi per marchi e case automobilistiche, a maggio il calo maggiore è stato registrato da Suzuki (-32,6%), mentre a crescere di più è stato Jaguar-Land Rover (+28,8%). Calo a due cifre anche per Mitsubishi (-29,8%); Honda (-24,5%); Gruppo Toyota (-23,1%); Gruppo Fiat, che in Europa ha consegnato 88.900 unità contro le 114.937 dell'anno scorso (-22,7%); GM (-19,4%) e Ford (-13,2%). Un passo indietro è stato compiuto pure dal Gruppo Volkswagen (-8,2%), PSA (-5,3%), Daimler (-4,6%) e BMW (-2,7%), al contrario Nissan ha aumentato le immatricolazioni del 17,9%, Mazda del 6,4%, Gruppo Renault del 5,9% e Kia del 5%.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top