dalla Home

Curiosità

pubblicato il 15 giugno 2010

Wildcat 300STR

Dalle pietraie della Dakar alle strade di tutti i giorni

Wildcat 300STR
Galleria fotografica - Wildcat 300STRGalleria fotografica - Wildcat 300STR
  • Wildcat 300STR - anteprima 1
  • Wildcat 300STR - anteprima 2
  • Wildcat 300STR - anteprima 3
  • Wildcat 300STR - anteprima 4

La trasformazione di vetture da competizione in versioni stradali si effettua spesso con GT, come le Ginetta, o anche con prototipi come le Radical. Assai più raramente ciò accade con i fuoristrada destinati alle competizioni rally-raid e tout terrain. E' questo il caso del Wildcat 300STR, un mezzo vicino nella filosofia alle nostrane Fornasari e che non a caso nasce in Inghilterra, dove le normative sulle omologazioni sono parecchio più permissive che altrove.

La 300STR è la versione stradale dei Bowler Wildcat, prototipi fuoristrada (derivati dal Land Rover Defender) spesso al via di competizioni come la Dakar. Nel 2007 i diritti di produzione delle Wildcat sono stati ceduti alla Qt Services, mentre la Bowler si è conentrata nello sviluppo di un nuovo offroader da corsa su base Range Rover che si chiamerà Nemesis.

Il telaio della Wildcat 300STR è formato da un traliccio in tubi d'acciaio, mentre la carrozzeria è in fibra di vetro. Il motore è invece un V8 Rover da 4.0 litri da 270 CV con cambio a cinque rapporti + ridotte che assicurano un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,8 secondi. Le capacità fuoristradistiche sono invece assicurate da sospensioni a gas con escursione di ben 30 cm, mentre l'abitacolo biposto è dotato di sedili sportivi con cinture a 4 punti ed è piuttosto spartano, ma comunque dotato di aria condizionata, impianto stereo, Bluetooth e alloggiamento iPod.

Autore:

Tag: Curiosità , inghilterra , auto inglesi


Top