dalla Home

Motorsport

pubblicato il 14 giugno 2010

Peugeot: l'anno prossimo "si giocherà la bella"

Il Leone prepara la riscossa per la 24 Ore di Le Mans 2011

Peugeot: l'anno prossimo "si giocherà la bella"
Galleria fotografica - Peugeot alla 24 Ore di Le Mans 2010Galleria fotografica - Peugeot alla 24 Ore di Le Mans 2010
  • Peugeot alla 24 Ore di Le Mans 2010 - anteprima 1
  • Peugeot alla 24 Ore di Le Mans 2010 - anteprima 2
  • Peugeot alla 24 Ore di Le Mans 2010 - anteprima 3
  • Peugeot alla 24 Ore di Le Mans 2010 - anteprima 4
  • Peugeot alla 24 Ore di Le Mans 2010 - anteprima 5
  • Peugeot alla 24 Ore di Le Mans 2010 - anteprima 6

La sconfitta, è innegabile, è stata di quelle sonore. Nonostante la velocità sul giro abbondantemente superiore ad ogni altra vettura in pista, nessuna delle quattro Peugeot 908 HDi FAP in gara alla 24 Ore di Le Mans ha visto la bandiera a scacchi per problemi tecnici. La squadra francese ha comunque ammesso che sono stati commessi degli errori che hanno consentito ad Audi di fregiarsi di una clamorosa tripletta.

"Siamo stati più veloci dei nostri avversari ma meno affidabili - ha commentato il direttore di Peugeot Sport Olivier Quesnel -. Quello che conta è però la vittoria e non la velocità di punta. La gara è stata molto tirata e dopo quattro doppiette consecutive una battuta di arresto ci può stare. Peccato sia arrivata qui, nella gara più importante della stagione. E' necessario analizzare le cause e cosa non ha funzionato. Siamo delusi ma ricominceremo tutti a lavorare per essere ancora più forti nel 2011. Abbiamo fatto tutto il possibile ma siamo stati sconfitti. Oggi abbiamo perso la rivincita, ci giocheremo "la bella" l'anno prossimo". Se Quésnel ha dato ampia dimostrazione di una sana sportività spesso assente in altri sport, non da meno è stato Rupert Stadler, presidente di Audi, che a fine gara ha ammesso che "Peugeot è stata un'avversaria formidabile che ci ha costretto a dare il 100%. Esprimiamo il nostro rispetto alla squadra francese per questo".

Intanto a Le Mans prima della gara è stato anticipato alla stampa qualche aspetto del nuovo regolamento tecnico con il quale si dovrebbe disputare la 24 Ore 2011. In primo piano ci sono i prototipi ibridi, con recupero dell'energia in frenata e una energia massima restituita alle ruote di 500 kiloJoule, mentre lo stoccaggio potrà avvenire chimicamente, oppure meccanicamente come sulla Porsche 911 GT3 R Hybrid e sull'asse anteriore o posteriore a scelta del costruttore. Per quanto riguarda le Gran Turismo l'ACO vuole una nuova categoria, denominata GT Endurance e basata sull'attuale regolamento GT2, che prevede le classi GT Pro e GT Am distinte da grado di evoluzione della vettura e curriculum dei piloti.

Autore:

Tag: Motorsport , Peugeot , le mans


Top