dalla Home

Curiosità

pubblicato il 11 giugno 2010

Come seguire i Mondiali di calcio... in auto

Navi, radio, smart phone o iPad per non perdere l'avventura degli Azzurri in Sudafrica

Come seguire i Mondiali di calcio... in auto

Ci siamo, in queste ore prendono il via i Mondiali di calcio 2010 in Sudafrica, un appuntamento che per tutto il Paese rappresenta una deroga all'ordinario. Quando gioca la Nazionale l'italiano ha i suoi rituali: amici e parenti chiamati a raccolta, stuzzichini, cibo e bevande a portata di mano, la disposizione del mobilio di casa rimessa in discussione in modo da trovare il perfetto allineamento fra divano e TV. E poi, finalmente, il fischio d'inizio. Già, ma se disgraziatamente ci si trova in automobile?

LA TV IN AUTO
Se proprio non potete fare a meno di mettervi in viaggio, per piacere o per lavoro, la cosa migliore è quella di dotarsi di un ricevitore TV, optional un tempo appannaggio esclusivo di ammiraglie o supercar e oggi disponibile come sistema aftermarket. In commercio ci sono tantissimi navigatori con TV inclusa dei marchi più conosciuti (AV Map, Garmin, Mio, Navigon, TomTom...) per i quali il prezzo parte da meno di 300 euro. Per evidenti ragioni di sicurezza questi sistemi vanno utilizzati a vettura ferma, magari stazione di servizio o in un area di sosta. Oppure si possono utilizzare in marcia disattivando il display per evitare distrazioni estremamente pericolose.

...PURCHE' DIGITALE
Attenzione però: la TV da auto deve essere abilitata alla ricezione del segnale digitale terrestre, perché nella maggior parte delle regioni italiane si è già conclusa la transizione (lo "switch over") dalla TV analogica a quella digitale. Ci sono vantaggi e svantaggi: con le TV "da cruscotto" analogiche di qualche anno fa era impossibile guardare un programma senza disturbi mentre si era in marcia: ci si doveva fermare. Al contrario, il segnale DTT se è ricevuto con forza dall'apparecchio - e non accade sempre, specie se ci si allontana dai centri urbani - restituisce immagini ed audio nitidi anche in movimento.Quanto detto vale naturalmente per i soli passeggeri: guidare e guardare la TV contemporaneamente non è consentito con la quasi totalità dei sistemi. Meglio, come raccomandato poco sopra, fermarsi, cedere il volante o accendere la sola radio. Lo svantaggio del digitale è che se il segnale è disturbato c'è il rischio di non vedere nulla, come accade da casa quando c'è un temporale piuttosto forte.

RADIO E WEB
Radio1 e Isoradio trasmettono in diretta gli incontri della Nazionale italiana, ma la Rai trasmette le dirette dei match, oltre a video on demand e news in tempo reale su Internet anche sui portali www.mondiali.rai.it e www.rai.tv. Per questa occasione RaiNet ha investito sulla tecnologia "Smooth streaming", che permette al flusso di dati di adattarsi alla banda disponibile, scongiurando il rischio di sovraccarichi. Ci si può connettere alla Rete e godersi la diretta (sempre da passeggeri) con gli "smart phone", oppure con l'ultimo ritrovato tecnologico: l'iPad. La Rai ha infatti creato un'applicazione dedicata al nuovo dispositivo di Apple che permette di seguire la diretta e i video "on demand" delle 25 partite più importanti del Mondiale, mentre Vodafone ha predisposto l'opzione "Pass Calcio" per i telefonini di ultima generazione.

QUANDO GIOCA L'ITALIA?
Volendo evitare di mettersi al volante proprio quando gioca la Nazionale appuntatevi le seguenti date e soprattutto gli orari:

14 GIUGNO: Italia-Paraguay ore 20:30
20 GIUGNO: Italia-Nuova Zelanda ore 16:00
24 GIUGNO: Slovacchia-Italia ore 16:00

Se (toccando ferro) l'Italia dovesse superare la prima fase (passano le prime due), le partite successive sarebbero queste:
Ottavi di finale: 28 GIUGNO ore 16:00 oppure 29 GIUGNO ore 16:00
Quarti di finale: 2 LUGLIO ore 16:00 oppure 3 LUGLIO ore 20:30
Semifinali: 6 LUGLIO ore 20:30 oppure 7 LUGLIO ore 20:30
Finale 3° e 4° posto: 10 LUGLIO ore 20:30
Finale: 11 LUGLIO ore 20:30

Il consiglio di non mettersi al volante in queste date vale anche per evitare il traffico che si potrebbe creare attraversando le città in caso di festeggiamenti. E da buoni tifosi non possiamo che augurarci tanto tanto traffico...

Forza Azzurri!

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , navigatori satellitari


Top