dalla Home

Mercato

pubblicato il 7 giugno 2010

Chrysler richiama 683mila auto nel mondo

Gli interventi riguardano problemi ai freni e all'acceleratore

Chrysler richiama 683mila auto nel mondo

Non solo utili. Il Gruppo Chrysler procura a Fiat anche qualche problema e, proprio alla vigilia dell' incontro risolutivo con i sindacati su Pomigliano d'Arco, piomba sul Lingotto la notizia che l'alleato americano (che possiede al 20%) sta richiamando volontariamente oltre 683.000 auto nel mondo per problemi ai freni e all'acceleratore. La Casa di Auburn Hills ha già informato la National Highway Traffic Safety Administration, l'autorità americana per la sicurezza nel settore dei trasporti, ed ha precisato di non essere a conoscenza di incidenti relativi a quei difetti meccanici.

Nel dettaglio i richiami riguardano 364.732 Jeep Wrangler prodotte nel 2009 per problemi ai freni e 318.974 Chrysler Town & Country e Dodge Grand Caravan prodotte tra il 2007 e il 2008 per difetti all'acceleratore. Negli Stati Uniti saranno richiamati 288.302 Wrangler, in Canada 28.976, in Messico 6.438 e sui mercati internazionali 41.016. Per quanto riguarda i minivan i richiami interesseranno 284.831 modelli negli USA, 15.295 in Canada, 3.994 in Messico e 14.854 sui mercati internazionali. Agli automobilisti che saranno contattati da Chrysler, anche a quelli nel nostro Paese (dove il numero di vetture interessate non è ancora stato reso noto), l'intervento non costerà nulla.

Autore:

Tag: Mercato , Chrysler , richiami


Top