dalla Home

Mercato

pubblicato il 7 giugno 2010

Volkswagen-Proton: accordo saltato

La Casa malese resta disponibile per altre intese

Volkswagen-Proton: accordo saltato

Nulla di fatto per l'accordo Volkswagen-Proton. La possibile alleanza, anticipata senza molti dettagli da Proton una settimana fa, si è arenata esattamente come era accaduto nel 2007 e per la Casa malese si tratta dell'ennesimo passo falso nella ricerca di un affidabile partner internazionale. Dal canto suo, come riporta una nota della stessa Proton, il colosso tedesco ha portato come causa di chiusura delle trattative la volontà di dedicarsi ad "altre priorità" che non lasciano margini per accordi con Proton.

Prendendo atto della decisione di Volkswagen, la Proton ha aggiunto che è sua intenzione proseguire con le strategie produttive internazionali nell'ambito dell'Associazione delle Nazioni dell'Asia Sud-Orientale (ASEAN), portare avanti il progetto EMAS con Italdesign Giugiaro e mantenere i rapporti industriali con Mitsubishi, oltre a sviluppare i nuovi modelli allo studio. Nonostante gli ottimistici annunci si tratta comunque di un duro colpo per Proton e per tutta l'industria malese, fortemente interessata alla possibilità di realizzare localmente prodotti Volkswagen in "scatola di montaggio" (CKD).

Il recente ingresso di Volkswagen in Suzuki e la necessità di mettere a regime le sinergie dell'accordo ha probabilmente frenato lo slancio della Casa di Wolfsburg verso una possibile espansione in terra malese, lasciando così campo libero a possibili, per quanto difficili, accordi con altri grandi gruppi automobilistici: General Motors e PSA Peugeot-Citroen sono in cima alla lista dei candidati, ma Lotus e Lotus Engineering, autentici gioielli di casa Proton, potrebbero fare gola anche ad altri.

Autore:

Tag: Mercato , Volkswagen , dall'estero


Top