dalla Home

Mercato

pubblicato il 3 giugno 2010

Mercury addio

Ford ha deciso di mettere da parte uno dei suoi marchi e dare più spazio a Lincoln

Mercury addio

Ford dismetterà il marchio Mercury entro la fine del 2010 concentrando tutte le sue attenzioni a Lincoln per il quale sono previsti 7 nuovi modelli nei prossimi 4 anni in grado di lanciare una significativa offensiva nella fascia premium del mercato nordamericano, in particolare verso Cadillac e Lexus. C'è dunque una notizia buona e una meno all'interno di Ford Motor Company che, dopo aver dismesso praticamente tutti i marchi acquisiti negli anni '90, dimagrisce il parco dei propri brand sopprimendone uno del quale, sinceramente, pochi sentiranno la mancanza visto che ormai contava nelle proprie fila duplicazioni di modelli Ford e Lincoln.

Eppure Mercury - che si chiamava così perché come primo marchio aveva il dio Mercurio - era stata fondata nel 1939 da Edsel Ford in persona, figlio di Henry I, proprio per essere una via di mezzo tra il costruttore di massa e quello di lusso. Ma la strategia One Ford non guarda in faccia a nessuno e questo consentirà a livello di immagine e di distribuzione commerciale quella maggiore differenziazione che dovrebbe aumentare il potere commerciale di Ford e il profilo premium di Lincoln, fascia nella quale la sua penetrazione è cresciuta negli ultimi 5 anni dal 4,5% a 6,3% con notevoli progressi anche nelle statistiche di affidabilità e qualità. Ma sono attese altre grandi novità.

Oltre alle nuove MKS, MKT e al restyling della MKZ, che sarà la prima Lincoln con una versione ibrida facendone la berlina più efficiente del suo segmento, nel 2011 arriverà il crossover MKX seguito da 6 altri nuovi modelli tra cui un'inedita vettura di segmento C derivata dal pianale della nuova Ford Focus e ispirata nello stile alla C concept presentata al Salone di Detroit del 2009. La crescita del prodotto sarà accompagnata anche dall'utilizzo di nuovi motori, tra cui i nuovi V6 a doppio albero a camme in testa e gli EcoBoost con turbo e iniezione diretta, ma anche di nuovi dispositivi per il comfort e la sicurezza come i tetti panoramici, le sospensioni a controllo elettronico, i cambi con selezione "by wire" attraverso pulsanti, i sistemi attivi di soppressione del rumore e il nuovo sistema multimediale MyLincoln Touch. Per dirla con le parole di Derrick Kuzak, responsabile dello sviluppo prodotto per l'intero gruppo Ford "l'abitacolo della Lincoln sarà un santuario con silenziosità al vertice del segmento, dotato di materiali naturali e tecnologie utili e intuitive". Ma solo per gli USA.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , Ford , dall'estero


Top