dalla Home

Mercato

pubblicato il 31 maggio 2010

Jaguar e Land Rover saranno Made in China

Allo studio una roadster compatta, una piccola berlina e un nuovo SUV

Jaguar e Land Rover saranno Made in China

Jaguar e Land Rover saranno prodotte in Cina. Ad annunciarlo è Carl-Peter Forster, direttore generale della JLR, dal 2008 di proprietà dell'indiana Tata Motors. L'intenzione è quella di espandere i livelli di vendite dei due marchi di lusso nei cosiddetti paesi emergenti. Senza indicare le date di questo avvio produttivo cinese, Forster ha aggiunto che i primi modelli ad essere prodotti saranno Land Rover, con un obiettivo combinato dei due marchi pari a 40.000 veicoli l'anno.

La necessità di porre basi solide in territorio cinese, come già fatto da altri grandi costruttori come Volkswagen, BMW e Daimler spinge quindi il colosso indiano a programmare una serie di attività che nel giro di due anni possano cominciare a dare i primi risultati concreti, con partnership locali e l'apertura di nuovi stabilimenti. Dall'altro lato la dirigenza conferma la necessità di chiudere una delle due fabbriche inglesi del gruppo, quella Jaguar a Castle Bromwich o quella Land Rover a Solihull, con l'annuncio ufficiale rimandato a "metà anno".

Lo smantellamento di uno dei due siti produttivi è stato giustificato dallo stesso Forster sulla base del fatto che "uno stabilimento efficiente produce più due piccoli stabilimenti" e che "nonostante la chiusura restano prioritari gli /b>incrementi della produzione e del numero di dipendenti". Nel corso della stessa conferenza stampa il direttore generale JLR ha anche diffuso alcune anticipazioni relative ai futuri modelli del gruppo indo-britannico, parlando di studi preliminari su una piccola berlina Jaguar, una roadster compatta posizionata sotto la XK e un nuovo SUV Range Rover da piazzare fra LRX e Range Sport, fortemente voluto dallo stesso Ratan Tata.

Autore:

Tag: Mercato , produzione , cina , india


Top