dalla Home

Mercato

pubblicato il 27 maggio 2010

BYD e Daimler per l'elettrica cinese

Nuova joint venture da 71 mln di euro

BYD e Daimler per l'elettrica cinese
Galleria fotografica - BYD e6 e F3DMGalleria fotografica - BYD e6 e F3DM
  • BYD e6 e F3DM - anteprima 1
  • BYD e6 e F3DM - anteprima 2
  • BYD e6 e F3DM - anteprima 3
  • BYD e6 e F3DM - anteprima 4
  • BYD e6 e F3DM - anteprima 5
  • BYD e6 e F3DM - anteprima 6

La cinese BYD e la tedesca Daimler AG hanno creato una jount venture al 50% per la ricerca e lo sviluppo di un veicolo elettrico per la Cina. La nuova società denominata "Shenzhen BYD Daimler New Technology Co. Ltd" ha come scopo principale quello di portare avanti il progetto della futura EV cinese, con un investimento di 600 milioni di yen (71,5 milioni di euro al cambio odierno) che prevede la commercializzazione di una vettura contraddistinta da un nuovo marchio di proprietà congiunta BYD e Daimler.

Il nuovo accordo segue di un anno quello sottoscritto da BYD e Volkswagen, ugualmente siglato con l'obiettivo di realizzare auto ibride ed elettriche con batterie al litio per il mercato cinese. La partnership BYD-Daimler, a seguito dei primi contatti presi agli inizi di marzo, ha già portato ad una stretta collaborazione fra gruppi di ingegneri, designer e responsabili delle due case per la costruzione del primo prototipo funzionante. La neonata "Shenzhen BYD Daimler" intende mettere in comune l'esperienza già accumulata in progetti elettrici come la smart ED, la Classe B F-CELL, la Classe A E-CELL e le BYD F3DM ed e6.

Autore:

Tag: Mercato , Mercedes-Benz , auto cinesi , auto elettrica


Top