dalla Home

Attualità

pubblicato il 26 maggio 2010

Auto elettrica: entro il 2011 reti di ricarica in tutta Europa

I ministri dell'industria hanno stabilito il calendario

Auto elettrica: entro il 2011 reti di ricarica in tutta Europa

Il cammino dell'Europa verso l'auto elettrica procede spedito. Dopo l'approvazione dello standard per la presa di ricarica, è arrivata l'intesa sulla costruzione di un'adeguata rete di distribuzione dell'energia entro la metà del 2011. I ministri dell'industria dell'Unione europea si sono riuniti a Bruxelles ed hanno fissato il calendario delle autorità europee incaricate di stabilire gli standard di una "soluzione armonizzata per l'interoperabilità tra i veicoli elettrici e le infrastrutture di ricarica". Un'armonizzazione che ha "un'importanza chiave", perchè tutti i veicoli elettrici possano essere ricaricati senza difficoltà in futuro nei punti pubblici in tutta l'Unione, come hanno detto i ministri.

Ma la strada verso la popolarizzazione dell'auto elettrica in Europa è tutt'altro che in discesa. Il ministro spagnolo dell'industria Miguel Sebastian, il cui paese ha la presidenza i turno della Ue, si è detto "molto soddisfatto" della strategia adottata, in particolare del "calendario per l'omologazione delle infrastrutture di ricarica", ma ha ricordato i "grandi disaccordi" che ancora sussistono in seno alla Ue sul futuro dell'auto elettrica. E poi ci sono gli ostacoli legati alla produzione.

Affinché l'auto elettrica si possa diffondere non bastano l'interessamento e la volontà d'acquisto degli automobilisti. Sono necessari prezzi competitivi (magari legati a bonus statali, di cui in Italia si parla e che in Cina potrebbero già arrivare a fine mese) e un'autonomia sufficiente, come ha sottolineato Sebastian, che ha poi ricordato l'importanza di risolvere il problema legato alla "silenziosità" delle auto elettriche, le quali potrebbero rappresentare un pericolo per i piedoni.

Ricordiamo che l'auto elettrica, in base ai piani dei costruttori, arriverà entro la fine di quest'anno. Mentre a Roma è partito il progetto sperimentale di smart ED (sulle nostre strade in 100 unità), nei listini 2010 entreranno a breve la Nissan Leaf, Citroen C-zero e Peugeot iOn. Nel 2011 arriveranno la Mitsubishi i-Miev, la Renault Fluence ZE, Kangoo Express ZE, Twizy ZE e BMW Serie 1; nel 2112 sarà la volta di Fiat 500 elettrica, Renault Zoe ZE, smart ED, Mercedes Classe A e Ford Focus e nel 2013 di Volkswagen Golf e E-Up.

Autore:

Tag: Attualità , auto elettrica


Top