dalla Home

Home » Argomenti » Prezzi benzina

pubblicato il 24 maggio 2010

Carburanti: tagli ai prezzi "insufficienti"

Le associazioni dei consumatori protestano per i listini ancora troppo alti

Carburanti: tagli ai prezzi "insufficienti"

Agip taglia ancora i listini dei carburanti, ma non "abbastanza" secondo Federconsumatori e Adusbef. A tre giorni dal primo ribasso - arrivato dopo settimane di aumenti - ieri il market leader ha ribassato di 2 centesimi il prezzo della benzina fino a 1,386 euro/litro, portandosi ai minimi da inizio marzo. Stessa correzione anche per il diesel, come emerge dal monitoraggio di Quotidiano Energia, arrivato a 1,245 euro/litro. Altre riduzioni anche da Erg, che ha limato di 1 centesimo i prodotti; mentre Esso ha tagliato 2 centesimi fino a 1,404 e 1,261 euro/litro e Shell ha ridotto di 1,5 cent sia benzina che diesel, a 1,419 e 1,279 euro/litro.

Tuttavia il prezzo della benzina consigliato dalle compagnie è ancora troppo alto per Federconsumatori e Adusbef, che segnalano come sulla rete autostradale la benzina "continua ad essere venduta anche ad oltre 1,40 euro al litro, livello ancora ben lontano dal livello corretto a cui si dovrebbe attestare". Secondo i calcoli dell'Osservatorio Nazionale Federconsumatori, con le quotazioni del petrolio sui mercati internazionali a 70 dollari al barile e con l'attuale cambio euro/dollaro il prezzo della benzina si dovrebbe attestare a 1,34 euro al litro.

"Una situazione intollerabile, che continua tuttora a pesare sulle tasche degli automobilisti, per almeno 7-8 centesimi al litro, pari (tra costi diretti ed indiretti) a 176 euro annui in più per ogni automobilista", si legge in una nota congiunta in cui le due associazioni ribadiscono l'urgenza di accelerare la realizzazione delle misure sottoscritte nel protocollo con i petrolieri, soprattutto per quanto riguarda l'istituzione della Commissione di controllo sul fenomeno della doppia velocità, il blocco settimanale degli aumenti e la razionalizzazione della rete di distribuzione, con l'incremento della vendita non-oil e, quindi, l'apertura della vendita anche presso la grande distribuzione.

Autore:

Tag: Mercato , carburanti


Top