dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 19 maggio 2010

Toyota paga il conto alla NHTSA

16,4 mln di dollari per aver ritardato la segnalazione dell'acceleratore difettoso

Toyota paga il conto alla NHTSA

Toyota paga e chiude per il momento una delle due partite in ballo con la NHTSA, che lo scorso mese aveva punito il costruttore giapponese con una maximulta da 16,4 milioni di dollari (la più alta nella storia della National Highway Traffic Safety Administration) per aver ritardato la segnalazione alle autorità USA sull'ormai noto difetto all'acceleratore.

Il costruttore giapponese così evita il protrarsi di altre dispute legali, ma sul fronte richiami rimane ancora aperta l'altra controversia fra la Casa orientale e l'Amministrazione americana, quella sui tappetini difettosi per la quale le indagini cominceranno in estate e potrebbero portare ad un'altra sanzione.

Intanto è stato risolto il problema sollevato dalla rivista "Consumer Reports", che all'inizio di aprile aveva espresso dubbi sulla stabilità del SUV Lexus GX 460 sconsigliandone addirittura l'acquisto. L'esemplare in possesso della testata americana è stato sottoposto all'aggiornamento previsto dalla campagna di richiamo ed ha superato il nuovo test senza problemi.

Autore:

Tag: Attualità , Toyota , auto giapponesi , sicurezza stradale , richiami


Top