dalla Home

Mercato

pubblicato il 19 maggio 2010

Il futuro dell'auto è ad Est

Non solo aumenta la produzione, ma anche il denaro investito

Il futuro dell'auto è ad Est

E' nell'Est europa e in Cina che l'auto nascerà sempre più spesso. Nel 2009 la produzione di auto nell'Europa occidentale è crollata e l'Italia è precipitata in settima posizione, superata da Repubblica Ceca e Polonia, mentre la Cina è diventata - non solo il primo mercato di auto al mondo - ma anche il primo produttore del pianteta, superando il Giappone. Nonostante i paesi dell'Est europa siano stati i più colpidi dalla crisi, negli ultimi due anni il peso dell'industria automobilistica in quest'area è cresciuto considerevolmente.

La Repubbloca Ceca, la Polonia e la Turchia hanno già superato o sono vicine a superare la soglia di un milione di auto all'anno, superando l'Italia che però - in base al piano Fiat - "nei prossimi cinque anni la vedrà la produzione di auto e veicoli commerciali passare da 800 mila a 1 milione e 650 mila unità all'anno". Un incremento considerevole che però dovrà fare i conti con il reso degli investimenti verso oriente. Mercedes, ad esempio, sta costruendo una nuova fabbrica in Ungheria (come anche Bosh), dove assemblerà la Classe A e B in 100-150mila esemplari l'anno; Volkswagen sta investendo in Slovacchia, Toyota e Renault in Turchia.

Autore:

Tag: Mercato , produzione


Top