dalla Home

Home » Argomenti » Codice della Strada

pubblicato il 18 maggio 2010

Milano: il parcheggio in doppia fila "ha le ore contate"

Parola del vicesindaco che lancia la "multa a strascico"

Milano: il parcheggio in doppia fila "ha le ore contate"

A caccia di auto da multare come di pesci da pescare. Non è una metafora fuori luogo quando si parla del nuovo sistema di "multa a strascico" che dalla fine di maggio sarà operativo a Milano. Il nuovo sistema, che prende il nome dalla tecnica usata nella pesca, ha l'obiettivo di contrastare la sosta in doppia fila grazie ad una telecamera ("Street control" è il nome ufficiale del dispositivo) che, montata su un'auto dei vigili (per ora in 20 unità con un investimento di circa 200mila euro) è collegata a un sistema informatico che individua automaticamente le vetture in doppia fila e invia la multa.

"La sosta in doppia fila a Milano ha le ore contate", ha detto il vicesindaco, Riccardo De Corato, che ha specificato: "Il rilevamento automatico delle infrazioni non si sostituisce alla presenza degli agenti sulle strade, ma coadiuverà il loro lavoro offrendo un ulteriore deterrente ai comportamenti scorretti". Da notare poi che quando il Parlamento approverà il nuovo Codice della Strada i giorni per la notifica dei verbali si ridurranno da 150 a 60 e non ci sarà più una notifica sul parabrezza.

Tra le prime aree dove sarà utilizzato lo "Street control" c'è il quartiere di Chinatown, per la verifica del rispetto dei nuovi orari di carico e scarico delle merci da parte dei grossisti cinesi, e le strade ad alto scorrimento di traffico. De Corato invita quindi gli automobilisti a stare attenti perché dal 3 maggio ad oggi "abbiamo una media di 3.500 multe al giorno".

Autore:

Tag: Attualità , codice della strada , milano , multe


Top