dalla Home

Test

pubblicato il 14 maggio 2010

Meriva: apriti spazio!

La nuova multispazio di Opel alla prova delle FlexDoors

Meriva: apriti spazio!
Galleria fotografica - Meriva: apriti spazio!Galleria fotografica - Meriva: apriti spazio!
  • Meriva: apriti spazio! - anteprima 1
  • Meriva: apriti spazio! - anteprima 2
  • Meriva: apriti spazio! - anteprima 3
  • Meriva: apriti spazio! - anteprima 4
  • Meriva: apriti spazio! - anteprima 5
  • Meriva: apriti spazio! - anteprima 6

Il prologo è d'obbligo: se sulla nuova Opel Meriva ci sono quelle portiere controvento che fanno tanto scena e che potrebbero decretare il successo del modello, bisogna ringraziare... Rolls-Royce. Sì, perchè quando la factory britannica ha progettato la sua Phantom ha dovuto richiedere una revisione delle norme europee per l'omologazione che hanno escluso per anni questa soluzione un tempo tanto in voga. Così è arrivata nel 2006 la normativa EC/101 R e la nuova Meriva con le "FlexDoors" s'è fatta, tale e quale (o quasi) al concept presentato a Ginevra nel 2008. Alle "portiere ad armadio" però in Opel avevano cominciato a pensarci ben prima, già due anni dopo il lancio della vecchia Meriva. Nel febbraio 2005 era stata assemblata una Meriva caratterizzata da una carrozzeria "ibrida", nel senso che da un lato aveva due portiere tradizionali e dell'altro quelle ad armadio. Su questo prototipo gli ingegneri di Russelsheim hanno potuto ragionare a lungo, hanno studiato vantaggi e svantaggi funzionali delle due soluzioni di accesso all'abitacolo e alla fine si sono convinti ad osare.

SALITA E DISCESA
E hanno fatto bene, perchè le "FlexDoors" sono belle a vedersi (lo testimoniano le occhiate insistenti e i sorrisi dei passanti che abbiamo notato guidando l'auto in Germania) e comode, anche se bisogna far l'abitudine ad alcuni movimenti oggi inusuali. Se passeggero anteriore e posteriore devono salire o scendere contemporaneamente, bisogna che si coordinino un po', altrimenti possono intralciarsi a vicenda soprattutto negli spazi stretti, come i parcheggi a spina di pesce. Insomma, niente partenze al volo in stile (cinematografico) "rapina in banca".
Salire dietro però è una vera goduria: si tira con una mano la maniglia della portiera, ci si aggrappa con l'altra a quella sul montante centrale, lieve rotazione del busto e con uno sforzo nullo ci si accomoda sul divano posteriore, posizionato ad una altezza che favorisce sia la salita che la visibilità. C'è però una controindicazione per le "lei" passeggere posteriori che indossano una gonna corta: scendendo dall'auto potrebbero attirare qualche sguardo di troppo da parte dei maschietti...

VIVA LA MAMMA!
Ma le FlexDoors sono state concepite soprattutto per le mamme, che non devono contorcersi per montare il seggiolino posteriore e assicurarvi il pupo, operazione che si esegue in posizione più eretta di quanto non succeda con portiere normali. Contribuiscono molto a migliorare la qualità della vita a bordo i sedili posteriori FlexSpace, con gli schienali regolabili che scorrono longitudinalmente di 19 cm e lateralmente di 5 cm, e si ripiegano agendo su una sola leva. Bello e comunque utile il nuovo sistema FlexRail: due binari di alluminio su cui sono montati un bracciolo e dei portaoggetti scorrevoli su due livelli. Il concetto è simile al "MINI Center Rail" adottato sulla Mini Countryman, infatti allo scorso Salone di Ginevra progettisti Mini ed Opel si sono scambiati i complimenti.

PUNTA ALLA CLASSE B
La strategia commerciale della nuova Opel Meriva prevede un riposizionamento importante rispetto al modello precedente, che si confrontava con le varie Ford Fusion, Nissan Note, Lancia Musa e Renault Grand Modus. Le nuove concorrenti, quelle più dirette per dimensioni e contenuti, oggi si chiamano Renault Scenic, Ford C-Max, ma anche Golf Plus e Mercedes Classe B. La nuova multispazio di Russelsheim è dovuta quindi crescere in dimensioni sì, ma anche nella qualità, nelle dotazioni e nel comfort. L'obiettivo sembra raggiunto, perché in entrambe le versioni Elective e Cosmo (2000 euro di differenza) si apprezzano la qualità dei materiali, con un consistente impiego di plastiche, ma di un bel colore, ben assemblate ed accostate ad elementi in pelle e metallo. La posizione di guida alta aiuta tanto nelle manovre insieme alla vetratura molto ampia e con i sedili pluriregolabili e alla leva del cambio alta, la posizione di guida corretta si trova con poco sforzo. Vettura facile in città, la nuova Meriva si fa apprezzare anche ad andature autostradali, grazie ad uno sterzo fermo e preciso (la piattaforma arriva dalla Zafira) e ad un'insonorizzazione assolutamente soddisfacente.

BENZINA BRILLANTI
Abbiamo guidato la nuova Meriva equipaggiata con le due motorizzazioni benzina 1.4 Twinport Turbo 120 CV (da 17.250 euro) e 1.4 Twinport Turbo 140 CV (da 18.250 euro). Entrambe risultano adeguate alla vettura, anche se la prima risulta inevitabilmente meno scattante e rotonda della seconda, che può contare su 25 Nm di coppia in più e su un cambio manuale a 6 rapporti. Il nuovo propulsore da 120 CV è infatti un po' più tranquillo del 140 CV ai bassi regimi e alle andature cittadine privilegia il risparmio di carburante, ma tira fuori una buona dose di grinta nelle galoppate in autostrada, dove si possono raggiungere i 188 km/h. In listino c'è anche il Twinport aspirato da 100 CV e i diesel 1.3 CDTI da 75 e 95 CV e 1.7 CDTI da 110 CV. Nel 2011 arriveranno poi le versioni a GPL e con start/stop ed è in programma anche la Meriva a metano, probabilmente fra due anni, quando verrà presentata la nuova Zafira. Anche lei potrebbero farla "controvento"...

Galleria fotografica - Nuova Opel MerivaGalleria fotografica - Nuova Opel Meriva
  • Nuova Opel Meriva - anteprima 1
  • Nuova Opel Meriva - anteprima 2
  • Nuova Opel Meriva - anteprima 3
  • Nuova Opel Meriva - anteprima 4
  • Nuova Opel Meriva - anteprima 5
  • Nuova Opel Meriva - anteprima 6
Galleria fotografica - Portiere controvento. Anni 90-oggiGalleria fotografica - Portiere controvento. Anni 90-oggi
  • Portiere controvento. Anni 90-oggi - anteprima 1
  • Portiere controvento. Anni 90-oggi - anteprima 2
  • Portiere controvento. Anni 90-oggi - anteprima 3
  • Portiere controvento. Anni 90-oggi - anteprima 4
  • Portiere controvento. Anni 90-oggi - anteprima 5
  • Portiere controvento. Anni 90-oggi - anteprima 6

Scheda Versione

Opel Meriva
Nome
Meriva
Anno
2010 - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
Multispazio
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Opel


Top