dalla Home

Curiosità

pubblicato il 12 maggio 2010

Batterie Litio-aria, il possibile futuro delle elettriche

Uno studio dimostra l'efficienza dell'Li/O2

Batterie Litio-aria, il possibile futuro delle elettriche

Le prossime EV che guideremo tutti i giorni per andare da casa al lavoro potrebbero essere alimentate da batterie del tipo Litio-aria, composti cioè da un anodo di litio e da un catodo ad aria che sfrutta l'ossigeno atmosferico. Difficile dire oggi se questa tecnologia sperimentale sarà disponibile ed economicamente utilizzabile nel giro di qualche anno, ma certo è che uno studio dell'Argonne National Laboratory (Illinois, USA) dimostra la netta superiorità di questo tipo di accumulatori su altri del tipo metallo-aria.

La ricerca condotta nel Centro studi sui Trasporti e diretta dal Dr. Don Hillebrand comincia a mostrare risultati sperimentali che indicano nella batteria Li/O2 una capacità di accumulare energia elettrica superiore di 10 volte a quella delle attuali batterie agli ioni di litio. Con un'energia specifica teorica di 11.140 Wh/kg, gli accumulatori Litio-aria. Lo stesso Don Hillebrand riassume l'attuale fase di sviluppo nel settore parlando di "batterie Nickel-metallo che risultano appartenere ad una tecnologia matura, le celle Li-ion nella loro fase di sviluppo e le Li/o2 che rappresentano il futuro al suo nascere".

Gli unici problemi sono al momento legati al fattore costo, nettamente superiore e capace di relegare ancora le batterie Litio-aria nella categoria dei "sogni in divenire", in grado in un non meglio precisato futuro di garantire alle auto elettriche un'autonomia di 300/600 km, contro gli attuali 60/100 km. Anche Jeffrey Chamberlain, capo della Argonne Energy Storage Major Initiative, ci tiene a smorzare i facili entusiasmi dichiarando che lo sviluppo dalla fase teorico-sperimentale a quella produttiva, se mai ci sarà, potrebbe richiedere decenni di test e affinamenti, interessanti e utili da portare avanti, ma con scarse applicazioni immediate.

Autore:

Tag: Curiosità , auto elettrica , statistiche


Top