dalla Home

Mercato

pubblicato il 10 maggio 2010

Veicoli commerciali: a sorpresa in aprile +2,55%

Contrariamente al mercato delle vetture lo scorso mese sono salite le immatricolazioni

Veicoli commerciali: a sorpresa in aprile +2,55%

Contrariamente alle previsioni, il mercato dei veicoli commerciali ha fatto registrare in aprile una piccola crescita del 2,55%, mentre ci si attendeva invece un forte calo, analogamente a quanto è successo lo scorso mese nel mercato delle autovetture, calato del 15,7%.

Ci si attendeva un andamento analogo anche per i commerciali: come per l'auto la crescita delle vendite nel primo trimestre vi è stata, ma non si è verificato il calo di aprile, anzi vi è stata, come si è detto, una piccola crescita "di difficile interpretazione" secondo il parere di Gian Primo Quagliano del Centro Studi Promotor.

"Si potrebbe ipotizzare - afferma Quagliano - che la piccola crescita di aprile possa rappresentare un primo segnale positivo in un mercato che è stato colpito dalla crisi così duramente da non essere influenzato in maniera significativa neppure dagli incentivi e che giunto ormai a livelli di vendite infime ha un primo rimbalzo dovuto a un ritorno della domanda. Occorre però subito avvertire che si tratta di un'ipotesi da prendere in considerazione, ma comunque, per il momento, ardita".

Rispetto ai primi quattro mesi del 2009 il bilancio dello stesso periodo 2010 è positivo: le consegne nel periodo gennaio-aprile sono infatti salite del 19,8%, con 70.656 unità rispetto alle 58.976 del 2009, mentre prendendo in considerazione il solo mese di aprile il bilancio è di 16.018 unità contro 15.619.

Per Eugenio Razelli, presidente dell'ANFIA: "Dopo la crescita a due cifre riportata dalle consegne per tre mesi consecutivi da inizio anno,
la contenuta variazione positiva di aprile si inserisce nello scenario del 'dopo incentivi', essendosi concluse il 31 marzo scorso le immatricolazioni di veicoli che ancora beneficiavano del provvedimento.

A ciò si aggiunge il confronto con un aprile 2009 che aveva chiuso a -30%. Rapportate a quelle di aprile 2008, in tempi pre-crisi, le consegne del mese da poco concluso risultano in calo del 28%. Proseguendo l'andamento negativo della raccolta ordini da inizio 2010 e in assenza di chiari segnali di ripresa economica, difficilmente nei prossimi mesi il mercato potrà esprimersi su livelli più elevati di quelli, critici, dello scorso anno".

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top