dalla Home

Motorsport

pubblicato il 7 maggio 2010

Ferrari a Barcellona senza il "codice a barre"

Nuova livrea per chiudere la polemica del Times sulla pubblicità al tabacco

Ferrari a Barcellona senza il "codice a barre"

La Ferrari seda le polemiche sollevate dal Times e al prossimo GP di Barcellona si presenterà con una nuova livrea senza il "codice a barre" accusato dalla testata britannica di pubblicizzare, in maniera subdola, le sigarette Marlboro prodotte dalla Philip Morris, violando così le normative europee riguardo al divieto di pubblicizzare le aziende del tabacco.

"Francamente credo che questa polemica sia del tutto inutile e che si stia sfiorando il ridicolo nel sostenere che il colore rosso o un elemento grafico che riproduce un codice a barre possano indurre la gente a fumare" è stata la risposta di Luca di Montezemolo qualche giorno fa. Precedentemente la Scuderia Ferrari aveva precisato: La partnership fra Ferrari e Philip Morris si concretizza ormai solamente in alcune iniziative - visite alla fabbrica, incontri con i piloti, produzione di merchandising - svolte nel pieno rispetto delle leggi applicabili nei vari Paesi. Nessun logo o marchio appare sulle monoposto sin dal 2008, anche nei Paesi dove la legge locale ancora lo consentirebbe".

Adesso la Scuderia ha deciso di fare di più: eliminare del tutto la grafica incriminata. Questa nota diffusa oggi da Maranello che annuncia la decisione: "Insieme a Philip Morris abbiamo deciso di modificare la livrea delle nostre vetture, a partire dal Gran Premio di Spagna. In questo modo, vogliamo cancellare ogni dubbio relativo al cosiddetto codice a barre, che non è mai stato in alcun modo associato ad una marca di sigarette. Riteniamo così di porre fine a questa ridicola storia e che ci si possa concentrare su cose più serie di queste accuse senza fondamento".

Autore:

Tag: Motorsport , Ferrari , formula 1


Top