dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 5 maggio 2010

Bruxelles bacchetta l'Italia sul PM10

Ultimo avvertimento dalla Commissione UE: politiche di qualità dell'aria insufficienti

Bruxelles bacchetta l'Italia sul PM10

A distanza di un paio di mesi dalla polemica sollevata dai blocchi del traffico come provvedimento contro le polveri sottili arriva l'ultimo avvertimento scritto da parte della Commissione Europea per l'Italia, colpevole per Bruxelles di aver superato i valori limite del PM10 in numerose zone del Paese.

L'azione della Commissione fa seguito all'entrata in vigore, nel giugno 2008, della nuova direttiva UE sulla qualità dell'aria, che autorizza gli Stati membri a chiedere una proroga di durata limitata per l'adeguamento alle norme in materia di PM10 entrate in vigore nel 2005. L'Italia ha presentato due notifiche riguardanti circa 80 zone situate in 17 regioni e province autonome. La Commissione ha tuttavia respinto gran parte delle richieste in quanto le zone non soddisfacevano tutte le condizioni previste dalla direttiva. Nella maggioranza dei casi l'Italia non era in grado di dimostrare che l'azione intrapresa avrebbe garantito il rispetto dei valori limite UE (40 microgrammi/m3 e una concentrazione giornaliera di 50 μg/m3, che non può essere superata più di 35 volte per anno civile) entro il termine della proroga fissato per il giugno 2011.

Se l'Italia non si adeguerà alle norme europee in materia di polveri sottili nei tempi previsti la Commissione UE si rivolgerà alla Corte di giustizia europea per avviare un aprocedura di infrazione per violazione delle direttive comunitarie. Sulla situazione italiane Il commissario UE per l'ambiente, Janez Potočnik, ha così commentato: "L'inquinamento atmosferico continua a causare ogni anno più di 350.000 morti premature in Europa. In Italia sono ancora troppi i luoghi dove, per ogni 10.000 abitanti, più di 15 persone muoiono prematuramente solo a causa del particolato. Gli Stati membri devono continuare a prendere sul serio le norme europee di qualità dell'aria e adottare i provvedimenti necessari per ridurre le emissioni".

Autore:

Tag: Attualità , mobilità sostenibile , blocco traffico , inquinamento


Top