dalla Home

Home » Argomenti » Codice della Strada

pubblicato il 4 maggio 2010

Immunità alle auto blu: il governo ci ripensa

Gli autisti avranno un'altra patente, ma a punti. Sei d'accordo?

Immunità alle auto blu: il governo ci ripensa

L'immunità alle auto blu proposta dal senatore Cosimo Gallo (Pdl) con un emendamento al ddl di riforma del Codice della Strada, attualmente all'esame della commissione Lavori pubblici del Senato, ha sollevato un coro di polemiche, tanto che la maggioranza è dovuta correre ai ripari e correggere il tiro.

Ora la maggioranza ha riscritto l'emendamento che prevedeva una seconda patente per gli autisti senza decurtazione di punti (una sorta di "patente blindata") e nei prossimi giorni la Commissione correggerà il testo in maniera tale che chi guida un'auto blu avrà sì una seconda patente, ma anche questa sarà a punti, seguendo in pratica lo stesso meccanismo già previsto oggi per chi guida un camion o un autobus: ovvero 20 punti per le infrazioni commesse sul lavoro, altri 20 per quelle commesse non in servizio.

MAGGIORANZA DIVISA
La proposta di Gallo rappresenta per il ministro della Gioventù Giorgia Meloni "un inutile autogol". La Meloni, intervistata da "Il Corriere della Sera", si è detta contraria all'emendamento perché "già oggi chi perde i punti può fare ricorso. E se ha un motivo davvero valido gli vengono restituiti". Il senatore Gallo su questo aveva spiegato che "spesso è il politico a chiedere all'autista di accelerare, magari perché l'aereo è arrivato in ritardo e c'è un appuntamento importante", ma per la Meloni "Se il politico dice di correre, l'autista deve essere nelle condizioni di rispondere no. Altrimenti diamo l'idea di un mondo privilegiato che può non rispettare le regole perché superiore agli altri. E creiamo pure un bel incentivo alla violazione del codice della strada".

CRITICHE DA OPPOSIZIONE E NON SOLO
La proposta di Gallo non è piaciuta nemmeno all'opposizione che, dopo il no in commissione, ha spiegato per bocca di Marco Filippi (Pd) che "non esisterebbe alcun freno a richieste improprie da parte dei politici e gli autisti non potrebbero più rifiutarsi". Duri anche i commenti di Codacons e Asaps. Il primo ha annunciato "fin d'ora battaglia", se il provvedimento fosse approvato in via definitiva, perché "è una palese difesa di casta dei politici che pretendono di poter impunemente correre da una riunione all'altra senza far rispettare il Codice della Strada a chi li accompagnà", ha detto il presidente Marco Donzelli. Il secondo ha protestato sottolineando il brusco passaggio "dalla Tolleranza Zero alla Tolleranza 100".

[ Foto: Flickr.com ]

136 voti Sondaggio

Secondo te, gli autisti delle auto blu dovrebbero avere:

solo la patente personale

  
61%

più punti sulla patente personale

  
2%

una seconda patente a punti

  
31%

una seconda patente "blindata", senza decurtazione di punti

  
4%

 

Autore:

Tag: Attualità , codice della strada


Top