dalla Home

Home » Argomenti » Incentivi auto

pubblicato il 27 aprile 2010

Incentivi auto: verso stop anche in Cina

Mercato già cresciuto del 20%, c'è rischio di drogarlo

Incentivi auto: verso stop anche in Cina

Anche in un mercato in fermento come quello cinese gli incentivi all'acquisto di auto potrebbero essere bloccati. A fine 2010 il governo cinese, come riportato dall'Ansa, potrebbe cancellare l'esenzione dalla tassa di acquisto per le auto nuove sotto ai 1600 cc e altri incentivi. Questo per evitare di "sollecitare troppo l'industria automobilistica", come ha detto Xu Changming, un dirigente del China State Information Centre.

Changming avrebbe precisato che con un mercato in costante e forte crescita (+20% gli acquisti) - che l'anno scorso ha superato gli Stati Uniti in termini di immatricolazioni diventando il primo mercato al mondo di auto - "non vi è necessità di incentivare ancora le auto per evitare rischi di sovracapacità del mercato". Un mercato che sta attirando sempre più gli investimenti delle grandi case automobilistiche europee, americane e giapponesi e che al Salone di Pechino sta dimostrando tutta la sua forza.

Autore:

Tag: Mercato , incentivi , cina


Top