dalla Home

Curiosità

pubblicato il 27 aprile 2010

Hyundai Verna a Pechino 2010

Terzo modello per il mercato cinese dove la casa coreana è cresciuta nel 2009 del 94%

Hyundai Verna a Pechino 2010
Galleria fotografica - Hyundai VernaGalleria fotografica - Hyundai Verna
  • Hyundai Verna - anteprima 1
  • Hyundai Verna - anteprima 2
  • Hyundai Verna - anteprima 3
  • Hyundai Verna - anteprima 4
  • Hyundai Verna - anteprima 5
  • Hyundai Verna - anteprima 6

Hyundai presenta al Salone di Pechino (23 aprile-2 maggio) la Verna, berlina tre volumi di piccole dimensioni che costituisce il terzo modello della casa coreana per il mercato cinese e il primo con il nuovo stile Fluid Sculpture che, dopo la ix35, comincia a dilagare man mano che la gamma viene rinnovata a livello mondiale.

Costruita in Cina presso l'impianto di Pechino della Beijing Hyundai Motor Company (BHMC), joint-venture 50-50 con la BAIC, la Verna costituisce uno dei rari casi in cui la Hyundai ha presentato, soprattutto in Asia, un modello lontano dalla Corea. Questo dimostra l'importanza crescente di questo salone per un costruttore che è già il quarto al mondo e non vuole certo rimanere indietro in quello che non solo è il primo mercato del mondo, ma cresce a ritmi vertiginosi. A questo proposito, la Hyundai ha aumentato le vendite del 94% nel 2009 e dal 2002 ha già piazzato oltre 2 milioni di unità con l'obiettivo di fare ancora meglio con altri modelli oltre alla Verna.

VERNA: SICURA E ALL'AVANGUARDIA
Quest'ultima è lunga 4,34 metri, ha un passo di 2,57 metri, il più lungo della sua categoria che fa pensare ad un'ottima abitabilità, ma anche il bagagliaio con 454 litri ha dimensioni soddisfacenti. Le sospensioni sono anteriori McPherson e posteriori a bracci longitudinali collegati da un assale di torsione mentre la scocca è pronta a superare le 5 stelle CNCAP che sicuramente sono molto meno severe di quelle EuroNCAP, ma rappresentano per questo mercato comunque il massimo richiesto dalla legge. Nuovi anche i motori della famiglia Gamma che anticipano di due anni le normative anti inquinamento e sui consumi imposte dal governo cinese. Si tratta di due 4 cilindri con distribuzione bialbero a 4 valvole per cilindro dotato di fasatura variabile continua delle valvole, alternatore intelligente (si disattiva in accelerazione e si riattiva in rilascio o quando lo esige lo stato della batteria) e pompa del climatizzatore ad azionamento selettivo, per ridurre al minimo le perdite dovute ai servizi accessori.

Quelli della Hyundai dicono di aver studiato bene anche l'aerodinamica badando persino alla carenatura del fondo scocca. Anche lo sterzo è del tipo elettromeccanico per minimizzare l'assorbimento. L'1,6 litri eroga 123 CV a 6,300 giri/min e 155 Nm a 4.200 giri/min con un cambio automatico a 4 rapporti, l'1,4 litri ha addirittura 107 CV a 6.300 gir/min e 135 Nm a 5.000 giri, ma stavolta con un cambio manuale a 5 rapporti e optional l'automatico. La Verna sarà lanciata nella seconda metà dell'anno e la sua vendita sarà poi estesa anche ad altri paesi dell'area.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Curiosità , Hyundai , cina


Top