dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 26 aprile 2010

Volkswagen E-Lavida a Pechino 2010

A Pechino il prototipo elettrico del modello costruito con SAIC

Volkswagen E-Lavida a Pechino 2010
Galleria fotografica - Volkswagen al Salone di Pechino 2010Galleria fotografica - Volkswagen al Salone di Pechino 2010
  • Volkswagen al Salone di Pechino 2010 - anteprima 1
  • Volkswagen al Salone di Pechino 2010 - anteprima 2
  • Volkswagen al Salone di Pechino 2010 - anteprima 3
  • Volkswagen al Salone di Pechino 2010 - anteprima 4
  • Volkswagen al Salone di Pechino 2010 - anteprima 5
  • Volkswagen al Salone di Pechino 2010 - anteprima 6

Volkswagen, da vera dominatrice del mercato cinese con 1,4 milioni di auto vendute nel 2009, non vuole farsi sfuggire anche le grandi prospettive che si annunciano per l'auto elettrica in Cina. Per questo al Salone di Pechino ha presentato la E-Lavida concept, studio di auto a batterie basato su uno dei modelli più apprezzati della sua gamma costruiti attraverso una delle due joint-venture, quella con la SAIC, e che sfrutta la piattaforma della Golf IV. Per avere un'idea delle dimensioni, diciamo che la Lavida è lunga 4,61 metri.

Non sono stati diramati i dati tecnici della E-Lavida, ma si sa che è stata mantenuta la configurazione attuale con il motore anteriore, accompagnato da tutta l'elettronica di controllo, e le batterie al litio sistemate nella parte posteriore. Lo stato di ricarica può essere monitorato attraverso lo schermo a scomparsa al centro della palpebra superiore della plancia. La visualizzazione sembra anche suggerire la presenza di due supercondensatori, ma questa è solo un'ipotesi. Non cambia la leva del cambio, che in realtà è un selettore di modalità di marcia, mentre cambia qualcosa nella zona del cockpit.

Prima di tutto, al posto del blocchetto della chiave, c'è un pulsante di avviamento che rimane stranamente nella stessa posizione, al lato destro del piantone, mentre sulla strumentazione il contagiri è sostituito da un indicatore di utilizzo della potenza del motore da 0 a 100 con un sottoscala che misura invece il recupero dell'energia in rilascio e frenata. L'unica modifica estetica apprezzabile sia all'interno sia all'esterno, oltre a qualche fregio metallico e cromato in più, è la presa d'aria inferiore sigillata, visto che il motore elettrico emette meno calore e, così facendo, si può recuperare preziosa scorrevolezza aerodinamica.

Volkswagen ha già previsto per il 2013 tre modelli elettrici: la E-UP!, la Golf e la Jetta. Probabile che la Lavida, qualora sia proprio questo il primo modello elettrico della casa tedesca in Cina, possa far tesoro della parte elettromeccanica riservata a queste ultime due.

Galleria fotografica - Volkswagen E-Lavida ConceptGalleria fotografica - Volkswagen E-Lavida Concept
  • Volkswagen E-Lavida Concept - anteprima 1
  • Volkswagen E-Lavida Concept - anteprima 2
  • Volkswagen E-Lavida Concept - anteprima 3
  • Volkswagen E-Lavida Concept - anteprima 4
  • Volkswagen E-Lavida Concept - anteprima 5
  • Volkswagen E-Lavida Concept - anteprima 6

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Prototipi e Concept , Volkswagen , auto elettrica


Top