dalla Home

Curiosità

pubblicato il 22 aprile 2010

Ford copia Land Rover?

Il Terrain Management System assomiglia troppo al Terrain Response britannico

Ford copia Land Rover?
Galleria fotografica - Ford Explorer America ConceptGalleria fotografica - Ford Explorer America Concept
  • Ford Explorer America Concept - anteprima 1
  • Ford Explorer America Concept - anteprima 2
  • Ford Explorer America Concept - anteprima 3
  • Ford Explorer America Concept - anteprima 4
  • Ford Explorer America Concept - anteprima 5
  • Ford Explorer America Concept - anteprima 6

Una lettera da amici, ma anche una tiratina di orecchie. Ha fatto entrambe le cose Andrew Polsinelli, General Manager of Product Planning di Land Rover North America non appena ha dato uno sguardo al nuovo Terrain Management System che Ford ha annunciato al debutto sul prossimo Ford Explorer, grande SUV riservato al mercato americano il cui stile si ispirerà al concept Explorer America presentato al Naias di Detroit nel 2008. Il nuovo sistema di Ford per la gestione della trazione integrale è infatti spiccicato il Terrain Response di Land Rover, casa ceduta da Ford Motor Company all'indiana Tata nel 2007.

Il problema non è tanto né nella parola "Terrain", né nella manopola per regolare la dinamica del veicolo a seconda del terreno che ci si trova ad affrontare anche perché esempi analoghi, anche antecedenti alla Land Rover, ci sono come l'All Mode di Nissan e il Grip Control della Peugeot 3008, ma in Ford sono andati oltre utilizzando la stessa grafica di Land Rover e persino i nomi di ogni singola posizione. L'unica differenza è che l'HDC (Hill Descent Controll ovvero l'assistenza per affrontare le discese più difficili, altra invenzione di Land Rover poi adottata da tutti i costruttori) si aziona con un pulsante al centro della manopola stessa.

Come mai queste somiglianze smaccate? È Polsinelli a darci simpatici retroscena facendo nomi e cognomi. "Probabilmente avrete visto il nuovo video su YouTube (vd. sotto) dove Todd Hoenever, New Explorer Vehicle Dynamics Manager, mentre fa i giri elenca le virtù del Terrain Management System del nuovo Explorer. Ci aspettiamo che il sistema funzionerà bene, del resto - commenta sarcastico il manager americano - il capo di Todd, Jim Holland, ingegnere capo del progetto e della piattaforma dell'Explorer, ha passato tre anni nel Regno Unito in Land Rover come ingegnere capo della Range Rover".

La lettera aperta si conclude con una benevola ammonizione: "Il vostro sistema non avrà i 6 anni di sofisticazione e raffinatezza (fu presentato per la prima vola sulla Discovery 3 nel 2004, ndr) del Terrain Response di Land Rover. L'ultima versione presente sulla Discovery 4, Range Rover Sports e Range Rover Classic ha non meno di 5 posizioni (quella di Ford ne ha 4 come la Freelander, ndr) e abbiamo aggiunto una sesta alla Range Rover Sport Supercharged, la Dynamic, che dà al veicolo un carattere più e attraente e attento alle esigenze del guidatore. Inoltre - procede ancora Polsinelli - il Terrain response lavora anche con le sospensioni pneumatiche e le marce ridotte, due caratteristiche che l'Explorer non offrirà". Il manager americano continua ancora elencando tutte le doti aggiuntive del sistema britannico e conclude augurando "ai nostri amici la migliore fortuna con il loro nuovo veicolo". Dopo tante circostanze credibili, ecco l'unica cosa alla quale non si può credere.

Nuovo Ford Explorer: Terrain Management System (TMS)

Todd Hoenever, New Explorer Vehicle Dynamics Manager, elenca le virtù del Terrain Management System del nuovo Explorer.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Curiosità , Ford


Top