dalla Home

Mercato

pubblicato il 22 aprile 2010

GM rilancia sulle batterie

8 milioni di dollari per ampliare il Global Battery Systems Lab

GM rilancia sulle batterie

GM investe 8 milioni di dollari (5,9 milioni di euro al cambio odierno) per raddoppiare le dimensioni del suo laboratorio dedicato allo sviluppo delle batterie per autoveicoli. La già importante struttura da 2.790 mq del Global Battery Systems Lab di Warren, nel Michigan, viene ampliato fino a coprire una superficie di 5.850 mq, per ospitare anche locali dove testare le batterie a celle, i moduli e i pacchetti destinati all'auto elettrica. La volontà di lanciare entro tempi brevi le elettriche "Extended Range" Chevrolet Volt e Opel Ampera ha evidentemente imposto al colosso americano una netta accelerata sul fronte della ricerca e sviluppo in seno alla mobilità elettrica (vedi la produzione dei motori), in modo da non farsi trovare impreparati nel promettente mercato delle EV.

La superficie del Global Battery Systems Lab, dove dal maggio 2009 lavorano più di 1.000 ingegneri GM, verrà raddoppiata entro l'estate e vedrà i laboratori equamente suddivisi fra l'attività di prova/ assemblaggio e di analisi/verifica. Oltre a collaborare con l'università del Michigan per la formazione di ingegneri specializzati in batterie per veicoli, il nuovo centro studi si pone anche l'obiettivo di diventare il primo grande produttore di auto americano a produrre in serie un pacchetto di batterie agli ioni di litio.

Un incremento significativo è previsto negli ambiti della ricerca relativa a sicurezza, smaltimento, ottimizzazione produttiva, sistemi di ricarica e resistenza al calore. La scelta di mantenere all'interno dell'azienda tutto il processo di ricerca, sviluppo e test, per quanto oneroso e impegnativo per il gruppo, offre il non indifferente vantaggio di mantenere un controllo globale sulla qualità del prodotto e di non esternalizzare un know-how strategico e decisivo per i prossimi anni. Il rinnovato laboratorio di Warren e le sue attrezzature automatiche di prova verranno anche integrate nel network globale dei laboratori di ricerca General Motors sulle batterie, che già include quelli di Mainz Kastel in Germania e di Shanghai in Cina.

Autore:

Tag: Mercato , General Motors , auto elettrica , produzione , dall'estero


Top