dalla Home

Mercato

pubblicato il 21 aprile 2010

Chrysler torna in utile nel primo trimestre

Utile operativo di 143 milioni di dollari. La cura Marchionne funziona

Chrysler torna in utile nel primo trimestre

La Chrysler torna all'utile operativo nel primo trimestre 2010 con 143 milioni di dollari di attivo, con un miglioramento di 410 milioni, e ricavi in crescita a 9.687 milioni dai 9.434 dello stesso periodo dello scorso anno, riducendo le perdite nette a 197 milioni di dollari dal livello catastrofico di 2.495 milioni e portando la cassa a 9,8 miliardi di dollari grazie a una linea di credito di 2,4 miliardi di dollari concessa dai governi statunitense e canadese. Risultati positivi quindi anche dall'altro lato dell'Atlantico per Sergio Marchionne che, non potendo essere ubiquo nel giorno del Fiat Investor Day, lancia un messaggio che rafforza nella sostanza il bilancio di Fiat e la fiducia di tutti gli investitori sia nel Gruppo torinese, sia nel lavoro compiuto a Auburn Hills dal manager italo-canadese e dai suo collaboratori.

Questi risultati sono stati ottenuti con razionalizzazioni di spesa grazie alle sinergie portate dal gruppo torinese in termini sia di prodotto e logistica, sia commerciali con il progressivo assorbimento del ramo Chrysler da parte di Fiat in Europa, grazie al trasferimento degli oneri per il monte pensioni e assistenza e anche grazie al miglioramento di stock e volumi che sono saliti da 318mila a 334mila unità con un contemporaneo miglioramento delle quote di mercato. A promettere è inoltre il notevole incremento dei trasferimenti di vetture passati da 268mila a 380mila, segno di fiducia da parte dei concessionari nella ripresa del mercato, ma sempre sotto una rigida disciplina per tenere lo stock disponibile sotto controllo.

Gli obiettivi per la fine dell'anno sono confermati e parlano di profitti attestati tra 40 e 45 miliardi con un margine operativo in pareggio o leggermente positivo e un flusso di cassa in calo di un miliardo per sostenere gli investimenti, ripagare i prestiti e sanare le posizioni ancora pendenti. Il bilancio sarà discusso in una conferenza che si terrà il 10 maggio prossimo ad Auburn Hills, presso il quartier generale di Chrysler.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , Chrysler


Top