dalla Home

Test

pubblicato il 16 aprile 2010

Al volante di BMW Serie 3 Coupé e Cabrio

La gamma si aggiorna, il piacere rimane

Al volante di BMW Serie 3 Coupé e Cabrio
Galleria fotografica - BMW Serie 3 Coupé e CabrioGalleria fotografica - BMW Serie 3 Coupé e Cabrio
  • BMW Serie 3 Coupé e Cabrio - anteprima 1
  • BMW Serie 3 Coupé e Cabrio - anteprima 2
  • BMW Serie 3 Coupé e Cabrio - anteprima 3
  • BMW Serie 3 Coupé e Cabrio - anteprima 4
  • BMW Serie 3 Coupé e Cabrio - anteprima 5
  • BMW Serie 3 Coupé e Cabrio - anteprima 6

Ad una prima occhiata veloce e non troppo ravvicinata la versione 2010 di BMW Serie 3 Coupé e Cabrio non fa molto per distinguersi dal modello precedente e la cosa appare più che giustificata dal fatto che ci troviamo di fronte ad un leggero restyling di metà carriera, a tre anni e mezzo dal debutto. A osservarla meglio, però, la due porte di Monaco in versione sia chiusa che aperta mostra una nutrita serie di aggiustamenti che ne mantengono attuale l'immagine e che apportano qualche miglioria di dettaglio, oltre a presentare una gamma sempre più ampia di motorizzazioni ed equipaggiamenti.

SGUARDO NUOVO
Quello che balza piacevolmente all'occhio in questa Serie 3 Coupé e Cabrio MY 2010 è il nuovo trattamento del frontale, ora tratteggiato da particolari inediti. Nuova è la sagoma del paraurti anteriore, avanzato di 29 mm per ottimizzare la sicurezza dei pedoni. Le prese d'aria e il "doppio rene" anteriore riprendono lo stile delle recenti BMW Serie 5 e Serie 5 GT, con un'immagine più importante e decisa. La "V" ideale disegnata sul cofano e che prosegue nel paraurti è stata interrotta a livello della bocca inferiore e sostituita da due alette metallizzate che dal centro della grembialatura portano lo sguardo verso i fari fendinebbia. Sempre in tema di fari sono da citare i nuovi gruppi ottici anteriori, particolarmente belli nella loro fattura hi-tech; una palpebra superiore opaca, illuminata sulle versioni top, proiettori bi-xeno e una profusione di luci LED danno all'anteriore un aspetto decisamente marcato e sportivo. In coda la leggera ristilizzazione del paraurti passa in secondo piano rispetto al nuovo trattamento luminoso della fanaleria posteriore, simile a quanto già offerto dalle ammiraglie Serie 7 e Serie 5.

BILANCIERI STILE M3
All'interno le nuove BMW Serie 3 Coupé e Cabrio hanno subito modifiche veramente lievi, sintetizzabili nell'offerta del tessuto Diagonal per i sedili e di nuovi tipi di finitura e colori per i rivestimenti in pelle, modanature e plastiche dell'abitacolo. Quello che si nota subito salendo a bordo è il rinnovato disegno del volante sportivo, dotato su alcuni esemplari da noi provati di nuovi bilancieri (o paddles) per la gestione manuale del cambio automatico, in stile M3. A differenza del precedente modello che sfruttava il movimento in avanti o indietro di entrambi i bilancieri per cambiare marcia, il paddle di destra ha ora il simbolo "+" e viene utilizzato solo per salire di marcia, mentre quello di destra, con il "-", serve esclusivamente alla scalata. Anche il sistema telematico e di connessione BMW ConnectedDrive è stato aggiornato e dotato di nuove funzionalità di collegamento, ma non abbiamo avuto il modo e il tempo di saggiarne le doti funzionali.

SU STRADA
La prima vettura da provare è una BMW 330d Coupé, che ci appare da subito fedele alla tradizione di 2 porte e 4 posti piuttosto spaziosa, luminosa e facile da "indossare", come se la si fosse sempre guidata. Il cambio automatico a 6 marce sfrutta a pieno la potenza (245 CV) e la coppia generosa (520 Nm) del 6 cilindri diesel common rail già presente anche sulla serie precedente. L'azionamento manuale del cambio automatico, a parte la semplicità della sua inedita impostazione sportiva, non fornisce particolari vantaggi dal punto di vista delle prestazioni, sempre e comunque su livelli straordinari, inimmaginabili fino a pochi anni fa per un'unità a gasolio. La rabbia e la spinta poderosa della 330d la ritroviamo, se possibile, ancora più evidente, sulla BMW 335d Coupé che proviamo subito dopo sulle medesime strette strade di collina. Il pacchetto M sport montato sulla vettura si fa notare soprattutto per i bei cerchi da 19" con gomme ultraribassate 255/30 R19 e al volante la differenza c'è. L'auto è ancora più reattiva, diretta, rude, quasi troppo per un utilizzo quotidiano nel percorso casa-ufficio. Però le sensazioni al volante sono da sportiva vera (5,9 secondi da 0 a 100 km/h), animata dall'apprezzato e noto diesel da 286 CV e 580 Nm. L'automatico ha un bel da fare a gestire tutta questa esuberanza che arriva da sotto il cofano motore e quando si pesta con decisione sull'acceleratore riesce a snocciolare le 6 marce con una bella progressione di "stoccate" in rapida successione. Anche questa super-diesel torna poi a camuffarsi da quieto e docile agnellino quando si viaggia a bassa velocità e nel traffico urbano.

335i
Parlando di propulsori nuovi o rinnovati vogliamo partire dall'entusiasmante BMW 335i Cabrio spinta dalla versione TwinPower Turbo da 306 CV (e 400 Nm) del 6 cilindri di 3 litri a benzina, nel caso del nostro esemplare dotata dello sportivo cambio automatico 7 marce a doppia frizione. Citare solo i 5,8 secondi dello 0-100 km/h non rende giustizia ad una vettura che fa della progressione vigorosa e piacevolmente continua il suo punto di forza. Quasi fosse spinta da un enorme motore elettrico, la cabrio-coupé più potente della gamma "non M" regala sensazioni piacevolissime di ripresa in marcia e scatto da fermo, il tutto con una dolcezza e naturalezza di erogazione che deriva sia dalla turbina TwinScroll che, soprattutto, dal funzionamento lineare e fulmineo del cambio automatico (opzionale) derivato dalla M3. Sia il "kick down" che la normale ripresa da 80 km/h in autostrada sorprendono per rapidità di risposta e per la spinta in avanti che sembra non finire mai, accompagnata da una sonorità interessante, ma non cupa come la mitica M3. Il tetto pieghevole è rapido nell'azionamento e l'insonorizzazione che offre è praticamente al livello del tetto fisso della Coupé. Viaggiando a tetto aperto con i finestrini abbassati è possibile percorrere molti chilometri senza troppi disturbi e vortici nell'abitacolo.

320d
Altro motore aggiornato e assai più interessante per il mercato italiano è quello della BMW 320d Coupé che abbiamo avuto modo di testare velocemente. Su questa versione particolarmente equilibrata si nota ancora meglio la presenza dei sistemi BMW EfficientDynamics comuni all'intera gamma 2010 della Serie 3, come lo Start Stop automatico e l'indicatore del punto ottimale di cambiata, tutti elementi che riducono consumi ed emissioni di CO2 rispettivamente a quota 5,1 l/100 km e 135 g/km. La potenza del 4 cilindri common rail di 2 litri è salita da 177 a 184 CV e la coppia è stata migliorata di 30 Nm arrivando ad un totale di 380 Nm e consentendo alla nostra coupé a gasolio di accelerare da zero a cento in 7,5 secondi e di raggiungere i 237 km/h. La guida su statale e in autostrada è piacevole e silenziosa, facilitata da una telaistica di ottimo livello, sincera e prevedibile oltre che sicura. La riserva di potenza è sufficiente per destreggiarsi con scioltezza e agilità in ogni situazione di traffico, sia che ci si trovi con marce alte in un rallentamento, sia che voglia affrontare con un po' di brio le curve di una strada appenninica. Lo scatto non è, ovviamente, quello della 330d, ma le prestazioni sono più che adeguate all'immagine e allo spirito sportivo di questa Coupé di Monaco, come la Cabrio adatta ad un piacevole e relativamente economico utilizzo quotidiano.

Galleria fotografica - BMW Serie 3 Coupé 2010Galleria fotografica - BMW Serie 3 Coupé 2010
  • BMW Serie 3 Coupé 2010 - anteprima 1
  • BMW Serie 3 Coupé 2010 - anteprima 2
  • BMW Serie 3 Coupé 2010 - anteprima 3
  • BMW Serie 3 Coupé 2010 - anteprima 4
  • BMW Serie 3 Coupé 2010 - anteprima 5
  • BMW Serie 3 Coupé 2010 - anteprima 6
Galleria fotografica - BMW Serie 3 Cabrio 2010Galleria fotografica - BMW Serie 3 Cabrio 2010
  • BMW Serie 3 Cabrio 2010 - anteprima 1
  • BMW Serie 3 Cabrio 2010 - anteprima 2
  • BMW Serie 3 Cabrio 2010 - anteprima 3
  • BMW Serie 3 Cabrio 2010 - anteprima 4
  • BMW Serie 3 Cabrio 2010 - anteprima 5
  • BMW Serie 3 Cabrio 2010 - anteprima 6

Scegli Versione

Autore:

Tag: Test , Bmw , guida sicura , guida sportiva , guida all'acquisto


Top