dalla Home

Mercato

pubblicato il 14 aprile 2010

Mitsubishi: nuovo stabilimento per le batterie

Entro il 2012 sarà aggiunto un altro sito da 50mila unità all’anno. Obiettivo 100mila

Mitsubishi: nuovo stabilimento per le batterie

La Lithium Energy Japan, joint-venture tra Mitsubishi Corporation (34%), Mitsubishi Motors Corporation (15%) e GS Yuasa International Ltd. (51%) con lo scopo di sviluppare e costruire le batterie destinate alle Mitsubishi i-MiEV, scaverà presto le fondazioni per un nuovo stabilimento a Ritto, in Giappone, che sarà capace nel 2012 di sfornare 4,4 milioni di celle all'anno, sufficienti ad assemblare 50mila batterie per un investimento di 37,5 miliardi dollari (oltre 294 milioni di dollari) al quale contribuirà il Ministero dell'Economia, Commercio e Industria con 5 miliardi di yen (quasi 40 milioni di dollari) previsti dal programma di sussidi regionali per la creazione di nuova occupazione da parte di aziende "verdi".

L'impianto di Ritto si affiancherà a quello di Kusatsu attivo dallo scorso primo giugno e capace di 200mila celle all'anno, pari a 2.300 batterie, ma presto vi sarà installata una seconda linea che porterà i volumi a 600mila celle e 6.800 batterie. Di più, la GS Yuasa metterà da dicembre a disposizione parte del proprio stabilimento di Kyoto dove i volumi produttivi previsti sono di 1 milione di celle pari a 11mila batterie. A conti fatti, alla fine di quest'anno, il sistema produttivo messo in piedi da Mitsubishi, insieme al suo partner tecnologico per le batterie, sarà sufficiente per circa 20mila Mitsubishi i-MiEV oltre che per le gemelline francesi, Peugeot iOn e Citroen C-Zero. Nel 2012 la capacità complessiva sarà di 67.800 auto elettriche, tappa anche questa intermedia verso l'obiettivo di 100mila unità che sarà raggiunto con un'ulteriore espansione del nuovo sito produttivo di Ritto.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , auto elettrica


Top