dalla Home

Motorsport

pubblicato il 12 aprile 2010

Indycar: Castroneves ritrova la vittoria

Il brasiliano azzecca la strategia e torna al successo dopo 10 mesi

Indycar: Castroneves ritrova la vittoria

Grazie ad un capolavoro di strategia, Helio Castroneves torna sul gradino più alto del podio di una gara di Indycar dopo ben 10 mesi di assenza. Il brasiliano della Penske ha scelto un grande evento per tornare alla vittoria, infatti il suo diventa il primo nome nell'albo d'oro del Barber Motorsport Park, entrato proprio quest'anno nel calendario della serie. "Spiderman" (nomignolo che si è guadagnato per la sua esultanza, che lo vede arrampicarsi sulle reti dopo ogni vittoria) è stato bravo a gestire al meglio il carburante della sua Dallara-Honda, riuscendo così a completare la corsa con due sole soste, come anche i due piloti del team Ganassi, Scott Dixon e Dario Franchitti, che hanno completato il podio alle sue spalle.

Il tre volte vincitore della 500 Miglia di Indianapolis ha dunque messo fine alla striscia vincente del compagno di squadra Will Power, ma non a quella della Penske, che rimane l'unico team ad aver trionfato nella stagione 2010. Questa volta Power si è dovuto accontentare del quarto posto finale (primo tra i piloti che hanno effettuato tre soste), che comunque gli ha consentito di mantenere la leadership del campionato, con 32 punti di vantaggio proprio su Castroneves. Sfortunato invece Marco Andretti, che ha chiuso la sua gara al quinto posto dopo aver comandato per ben 58 delle 90 tornate previste. Il figlio d'arte ha spinto molto per stare davanti, consumando di più rispetto ai primi tre e, dopo aver atteso invano una bandiera gialla che gli consentisse di rallentare per qualche giro, è stato costretto a fermarsi ai box per uno splash and go che gli è costato la vittoria.

Molto attardate invece tutte le ragazze in gara: la migliore è stata Danica Patrick, che però non è riuscita ad andare oltre al diciannovesimo posto finale, precedendo di un paio di posizioni l'italo-svizzera Simona De Silvestro, che ironicamente ha creato la situazione di Caution che sarebbe servita ad Andretti proprio un paio di giri dopo che quest'ultimo aveva effettuato la sua terza sosta. Disastrosa Milka Duno, giunta al traguardo con 4 giri di ritardo dai primi.

INDYCAR, BARBER MOTORSPORT PARK, 11/04/2010:
1. Helio Castroneves - Penske - 1"56'41"3928
2. Scott Dixon - Ganassi - + 0"5703
3. Dario Franchitti - Ganassi - + 8"1590
4. Will Power - Penske - + 8"6639
5. Marco Andretti - Andretti - + 9"7410
6. Ryan Briscoe - Penske - + 10"9611
7. Justin Wilson - Dreyer & Reinbold - + 11"5478
8. Tony Kanaan - Andretti - + 12"8533
9. Mike Conway - Dreyer & Reinbold - + 13"3162
10. Alex Tagliani - Fazzt - + 14"8450
11. Dan Wheldon - Panther - + 15"2007
12. Ryan Hunter-Reay - Andretti - + 15"6727
13. Mario Moraes - KV - + 16"7242
14. Raphael Matos - Luczo Dragon de Ferran - + 1 giro
15. Hideki Mutoh - Newman/Haas/Lanigan - + 1 giro
16. EJ Viso - KV - + 1 giro
17. Graham Rahal - Sarah Fisher - + 1 giro
18. Vitor Meira - Foyt - + 1 giro
19. Danica Patrick - Andretti - + 1 giro
20. Bertrand Baguette - Conquest - + 1 giro
21. Simona de Silvestro - HVM - + 1 giro
22. Mario Romancini - Conquest - + 1 giro
23. Alex Lloyd Dale - Coyne - + 1 giro
24. Milka Duno Dale - Coyne - + 4 giri
25. Takuma Sato - KV - + 22 giri

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Motorsport , dall'estero


Top