dalla Home

Mercato

pubblicato il 7 aprile 2010

Renault-Nissan con Daimler e Fiat perde in Borsa

Per gli analisti "avremo una Mercedes più forte sui segmenti tradizionali di Fiat"

Renault-Nissan con Daimler e Fiat perde in Borsa

L'Alleanza Renault-Nissan annuncia la partnership con Daimler e in Piazza Affari il titolo Fiat cede oltre due punti percentuali, mentre il settore in Europa cala circa dell'1%. Un segno negativo che, se fosse stato il Lingotto a siglare un accordo simile, sarebbe stato positivo. "Ma non è successo" e "la conseguenza dell'accordo - secondo un analista di una primaria banca italiana intervistato dalla Reuters - sarà che avremo una Mercedes più forte sui segmenti tradizionali di Fiat".

"Dal punto di vista del prodotto avremo una smart e una Twingo un po' più efficenti dal punto di vista dei costi", dice alla Reuters un altro analista, che però specifica: "Non credo che questo cambi molto lo scenario competitivo, soprattutto in Italia, che rimane il primo mercato di Fiat in Europa". "La priorità del gruppo di Torino oggi è - secondo lo specialista finanziario - quella di risollevare il partner USA". E proprio perché il "gruppo italiano ha già un partner forte nell'alto di gamma, che è Chrysler", non pensa che una mossa del genere "potrebbe generare una risposta di Fiat sul fronte accordi o integrazioni".

Resta però in piedi l'ipotesi di un'alleanza con PSA. Se ci fosse un'integrazione tra i due gruppi "saremmo di fronte a un accordo di portata decisamente maggiore rispetto all'operazione annunciata in questi giorni. Si tratterebbe di un'intesa in grado di cambiare lo scenario del mercato europeo, un po' come sarebbe stato con Opel", dice l'esperto, per cui l'impatto "dell'asse Parigi-Yokohama-Berlino" (ndr) sui mercati internazionali sarà comunque limitato.

Autore:

Tag: Mercato , Fiat , milano


Top