dalla Home

Curiosità

pubblicato il 6 aprile 2010

Ferrari 599 GTO, le foto del muletto

Intercettato vicino a Modena il prototipo camuffato della berlinetta Ferrari

Ferrari 599 GTO, le foto del muletto
Galleria fotografica - Ferrari 599 GTO, le foto del mulettoGalleria fotografica - Ferrari 599 GTO, le foto del muletto
  • Ferrari 599 GTO, le foto del muletto - anteprima 1
  • Ferrari 599 GTO, le foto del muletto - anteprima 2
  • Ferrari 599 GTO, le foto del muletto - anteprima 3
  • Ferrari 599 GTO, le foto del muletto - anteprima 4
  • Ferrari 599 GTO, le foto del muletto - anteprima 5
  • Ferrari 599 GTO, le foto del muletto - anteprima 6

Incontri ravvicinati del terzo tipo nei pressi di Modena, li ha avuto un nostro lettore con un prototipo camuffato (in gergo definito "muletto") della Ferrari 599 GTO alle prese con gli ultimi collaudi in vista della presentazione definitiva prevista nei prossimi giorni. La vettura è stata fotografata nei dintorni di Modena e porta addosso importanti indizi che la fanno identificare come la versione estrema della berlinetta Ferrari a motore anteriore incaricata di riportare in auge la prestigiosa sigla che sta per Gran Turismo Omologato, ovvero una vettura da competizione adattata all'uso stradale. L'auto da corsa di riferimento in questo caso è la 599XX, un giocattolo da gentleman driver derivato dall'auto stradale 599 GTB Fiorano, ma privo per l'appunto dell'omologazione per essere targato.

Il muletto si fa riconoscere innanzitutto dallo scivolo posteriore, decisamente più marcato e a tre flap invece dei due sulla 599 normale, e dalla presenza di bandelle laterali più sagomate e aderenti al suolo, segno di una ricerca aerodinamica più spinta alla ricerca di ulteriore deportanza. Si notano poi gli scarichi bruniti al posto di quelli cromati, anche questo segno che siamo in presenza di auto meno "leccata" e realizzata con minori compromessi verso la sportività. Gli altri particolari rivelatori sono proprio quelli che non si vedono e riguardano la forma dei paraurti oltre alle prese e agli sfoghi d'aria, necessari in particolare per far raffreddare meglio i freni carboceramici e il V12 6 litri che, se sono confermate le voci di corridoio, dovrebbe raggiungere una potenza tra i 670 e i 700 CV ben oltre gli 8.000 giri/min con una potenza specifica di 111,7-116,7 CV/litro.

Ma la novità più grande dovrebbe riguardare il peso che dagli 1.690 kg attuali dovrebbe scendere al di sotto dei 1.500 kg, grazie a un intenso lavoro di affinamento, dimagrimento e all'utilizzo di diverse componenti in fibra di carbonio, con un guadagno di circa 200 kg e un rapporto peso/potenza che scende intorno ai 2,15-2,25 kg/CV. Sono dati migliori dell'avversaria che la GTO ha nel mirino: la Lamborghini LP670-4 SuperVeloce, capace di raggiungere i 342 km/h e bruciare i 100 km/h in 3,2 secondi. La GTO dovrebbe quantomeno eguagliare tali prestazioni e addirittura avvicinarsi alla fatidica soglia dei 350 km/h.

Il prezzo della GTO dovrebbe essere notevolmente superiore ai 258.400 euro della GTB Fiorano. I ben informati parlano di un 25% in più che vorrebbe dire intorno ai 320mila euro. Altrettanto probabile è che questa 599 sarà prodotta in serie limitata. Ancora pochi giorni e tutti i dubbi saranno fugati.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Curiosità , Ferrari , viaggiare


Top