dalla Home

Home » Argomenti » Incentivi auto

pubblicato il 6 aprile 2010

La Spagna incentiverà l'auto elettrica

Zapatero ha presentato un piano da 590 milioni di euro

La Spagna incentiverà l'auto elettrica

Raggiungere le 20mila immatricolazioni di auto elettriche e ibride nel 2011, le 50mila nel 2012 e superare quota 250 mila nel 2014. E' questo l'obiettivo del governo spagnolo, che vede nella mobilità a impatto zero "un'opportunità indiscutibile". Parola del premier Luis Rodriguez Zapatero, che oggi ha presentato un piano biennale da 590 milioni di euro per promuoverne la diffusione. La "strategia integrale dell'auto elettrica", come l'ha definita Zapatero, è composta da 15 misure volte a incentivarne la richiesta perchè questo tipo di vettura "è una scommessa per il rinnovamento dell'industria, in un settore centrale per l'economia, dal momento che rappresenta il 6 per cento del Pil e il 17 per cento delle esportazioni".

Per Zapatero "l'auto elettrica può contribuire alla riduzione dei costi dell'elettricità. Con un utilizzo ottimizzato delle fonti energetiche autoctone si riduce - ha detto il leader spagnolo - la dipendenza dal petrolio e si ottiene un miglioramento delle condizioni ambientali, soprattutto per i cittadini, visto che le auto generano il 10 per cento dei gas serra". Il premier, intervenendo ad un incontro con alcuni rappresentanti di case automobilistiche che operano nel Paese, ha poi rivolto loro un ringraziamento "per aver continuato a produrre in Spagna", sottolineando "i grandi sforzi fatti da lavoratori e datori di lavoro per mantenere competitivo il settore".

Nel mese di marzo le immatricolazioni di auto nuove in Spagna sono state quasi 125 mila, crescendo del 63% rispetto allo stesso mese del 2009 e sono aumentate del 44,7% nei primi tre mesi dell'anno rispetto al trimestre anteriore trascinate dall'imminente fine degli incentivi statali e dal prossimo aumento dell'Iva. Un buon risultato che sta facendo tornare le vendite ai livelli del 2008. In Italia invece il balzo in avanti è stato del 19,6%, ma gli ordini sono crollati e sugli incentivi all'auto elettrica il Parlamento ha iniziato a parlarne appena tre mesi fa.

Autore:

Tag: Mercato , incentivi , auto elettrica


Top