dalla Home

Tuning

pubblicato il 7 aprile 2010

Alpina B7 Bi-Turbo Allrad

L'ammiraglia di Buchloe è anche a trazione integrale

Alpina B7 Bi-Turbo Allrad
Galleria fotografica - Alpina B7 Bi-Turbo AllradGalleria fotografica - Alpina B7 Bi-Turbo Allrad
  • Alpina B7 Bi-Turbo Allrad - anteprima 1
  • Alpina B7 Bi-Turbo Allrad - anteprima 2
  • Alpina B7 Bi-Turbo Allrad - anteprima 3
  • Alpina B7 Bi-Turbo Allrad - anteprima 4
  • Alpina B7 Bi-Turbo Allrad - anteprima 5
  • Alpina B7 Bi-Turbo Allrad - anteprima 6

Dopo aver proposto le Alpina basate sui model year 2007 e 2008 della ammiraglia di Monaco di Baviera, BMW USA ha presentato al Salone di New York la nuova Alpina B7 Bi-Turbo Allrad, versione a quattro ruote motrici della B7 Bi-Turbo lanciata nel 2009.

Esteriormente la B7 Bi-Turbo Allrad è la copia conforme della B7 a trazione posteriore, caratterizzata dallo stile creato a Buchloe che include affinamenti aerodinamici, assetto ribassato e interni ultralussuosi (al di là di quanto già non facciano in Baviera), mentre il motore rimane il V8 da 4.4 litri della 750i che è stato potenziato da Alpina con turbocompressori più potenti fino a raggiungere 507 CV e 700 Nm.

Diversa è invece la trazione: integrale, anzi xDrive, come dice BMW. L'abbondanza di cavalli viene così gestita in maniera più "civile", anche se il trasferimento continuo della coppia è volutamente sbilanciato sul posteriore. In virtù del peso maggiore (2130 contro 2040 kg) e delle perdite per attrito l'accelerazione da 0 a 100 km/h della Alpina B7 Bi-Turbo Allrad perde un decimo, da 4,7 a 4,8 secondi, mentre la velocità massima è limitata a 270 km/h invece che a 280 km/h.

Autore:

Tag: Tuning , Bmw , serie speciali


Top