dalla Home

Mercato

pubblicato il 6 aprile 2010

Dopo 25 anni chiude NUMMI

Stop alla joint-venture GM-Toyota. E come a Termini Imerese si spera nell'auto elettrica

Dopo 25 anni chiude NUMMI
Galleria fotografica - NUMMI chiude dopo 25 anniGalleria fotografica - NUMMI chiude dopo 25 anni
  • NUMMI chiude dopo 25 anni - anteprima 1
  • NUMMI chiude dopo 25 anni - anteprima 2
  • NUMMI chiude dopo 25 anni - anteprima 3
  • NUMMI chiude dopo 25 anni - anteprima 4
  • NUMMI chiude dopo 25 anni - anteprima 5
  • NUMMI chiude dopo 25 anni - anteprima 6

Dopo 25 anni di attività la New United Motor Manufacturing Inc., meglio conosciuta come NUMMI, ha chiuso i battenti. L'ultima vettura prodotta dalla collaborazione fra GM e Toyota è stata una Toyota Corolla, ultimo esemplare di 7,7 milioni di vetture sfornate nello stabilimento di Fremont, nella baia di San Francisco, da quando General Motors lo riaprì nel 1984 per dare il via alla prima produzione in joint venture giappo-americana.

L'impianto di Fremont, inaugurato nel 1962 e chiuso una prima volta da GM nel marzo 1982, fu riaperto in cambio del know-how nei processi produttivi di Toyota, che così ottenne uno stabilimento locale che potesse far fronte alla crescente domanda negli Stati Uniti. L'estate scorsa però, con la cancellazione del marchio Pontiac, GM ha deciso di non includere la propria parte di NUMMI nel nuovo assetto societario interrompendo la produzione della Pontiac Vibe avviata nel 2002. Così ha fatto anche la Casa giapponese, che alla NUMMI ha prodotto in tempi recenti i modelli Tacoma e Corolla. La prima auto prodotta in California è stata la Chevrolet Nova, a cui sono seguite Chevrolet Prizm, Toyota Voltz e Toyota Hilux.

Come in Italia per Termini Imerese per i circa 4.700 lavoratori della NUMMI si cerca ora uno spiraglio nell'auto elettrica. Sulle prime molti hanno pensato a Tesla, ma la Casa che produce la Roadster (e prossimamente la Model S) ha già detto di non essere interessata ad una struttura di oltre 50 ettari. Per rilevare l'impianto di Fremont si è fatta quindi avanti la Aurica Motors, start-up di Santa Clara che vorrebbe costruire alla ex NUMMI la sua vettura E-Car. Aurica sostiene che potrebbe riassorbire tutti gli ex lavoratori e nel giro di due anni diventare una azienda in profitto, ma al momento tutto è sulla carta.

Autore:

Tag: Mercato , auto elettrica , dall'estero


Top