dalla Home

Home » Argomenti » Patente

pubblicato il 6 aprile 2010

Patente: 58 mln di punti detratti in 6 anni

Varie le infrazioni, qual è quella che ti ha fatto perdere più punti?

Patente: 58 mln di punti detratti in 6 anni

Velocità, mancato uso delle cinture, attraversamento col semaforo rosso e uso del cellulare. Sono queste le infrazioni che hanno causato più punti detratti dalle patenti degli italiani. A metterlo in evidenza è l'Asaps, che, stilando l'ultimo bilancio sull'efficacia della patente a punti, ne sottolinea la necessità di una revisione nei meccanismi di prelievo e il bisogno di potenziare la presenza delle pattuglie di polizia da affiancare all'elettronica del tutor e dell'autovelox.

Un controllo che permetterebbe innanzitutto l'identificazione del guidatore che infrange le regole. "Noi automobilisti abbiamo intuito da tempo che perdere i punti alla fine è abbastanza improbabile - spiaga Giordano Biserni, Presidente dell'Asaps - Poca vigilanza 'fisica' sulla strada, molta elettronica che però permette di dimenticarci di dire chi guidava. Recuperarli poi i punti è molto semplice. Cosa si deve fare? In molti casi niente, basta non commettere più infrazioni (o non essere beccati a commetterle) negli ultimi 2 anni e si riconquista la quota base di 20 punti". Ed ecco allora che al 1 luglio 2009 i "bravi" ne hanno già accantonati altri 6 (2 omaggio per ogni biennio di buona condotta) e sono arrivati a 26. "Se proprio si dovesse fare un corso per recuperarne qualcuno, sappiamo tutti che si tratta di una farsa senza verifiche ed esami finali", aggiunge Biserni.

58.467.823 PUNTI PRELEVATI
Ma vediamo come sono andate le cose da quel primo luglio 2003 quando la patente a punti è entrata in servizio permanente effettivo nel nostro Paese. Secondo i dati resi disponibili dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti i punti totali prelevati al 31.12.2009 sono stati 58.467.823. Se si considera che sono stati spalmati su 35.606.242 patenti attive (solo di recente si sono aggiunti i certificati dei ciclomotoristi), si può arrivare a dire che ad ogni patentato sono stati prelevati 1,642 punti di media in 6 anni e mezzo, cioè appena 0,25 punti all'anno per ogni patentato. Considerando inoltre che i punti sono stati prelevati sulla base di 14.371.554 violazioni ne scaturisce un rapporto infrazioni/conducenti di 0,40, nei 6 anni e mezzo (0,06 di media annua).

GLI AUTOMOBILISTI PIU' INDISCIPLINATI
I più birbaccioni alla guida sono stati i giovani della fascia 20-24 anni che hanno perso mediamente 2,346 punti, seguiti dalla fascia successiva 25-29 anni con 2,308, poi via via si scende e dopo i 40 anni si passa sotto la media nazionale con 1,543 punti persi nella fascia 40-44 anni, 1,403 fra 50-54 anni e 1,199 fra gli over 65. In assoluto i ragazzi adottano comportamenti più a rischio: ben il 75,98% dei punti sono stati prelevati proprio a loro. Alle donne il 24,02%, tenendo presente che i patentati maschi sono il 57,27% e le femmine il 42,73%. "Rimane molto spazio sulla percentuale del prelievo di punti - sottolinea l'Asaps - Però, si badi bene, i conducenti che hanno ultimato il corso per il recupero punti in questi anni sono stati solo 230.946, cioè appena 1,6% di quelli che li avevano in parte persi. I punti totali recuperati sono stati solo 1.487.636, appena il 2,5% dei 58 milioni di punti persi".

74 voti Sondaggio

Quale infrazione hai commesso più spesso al volante?

Altro

  
6%

Uso del cellulare

  
9%

Attraversamento col semaforo rosso

  
5%

Mancato uso delle cinture

  
6%

Eccesso di velocità

  
71%

 

Autore:

Tag: Attualità , patente a punti


Top