dalla Home

Mercato

pubblicato il 31 marzo 2010

La nuova Fiat Panda tornerà "made in Italy"

Dal 2011 sarà assemblata a Pomigliano d’Arco dopo la ristrutturazione dell'impianto

La nuova Fiat Panda tornerà "made in Italy"

La Fiat Panda tornerà ad essere assemblata in Italia. La nuova generazione della citycar torinese che debutterà sul mercato nella seconda metà del prossimo anno, sarà prodotta nello stabilimento Giambattista Vico di Pomigliano d'Arco come previsto dal "Piano" annunciato alla fine dell'anno scorso per il rinnovamento della struttura produttiva automobilistica in Italia e confermato nella serata di ieri dopo l'ultimo vertice fra Fiat, il Ministero per lo Sviluppo Economico e le Organizzazioni Sindacali.

La scelta industriale è naturalmente condizionata, si legge nella nota ufficiale, al rispetto "dei presupposti presentati nel corso dell'incontro del 22 dicembre 2009 a Palazzo Chigi: sostenibilità economica dell'iniziativa; riconoscimento della cassa integrazione per ristrutturazione; rigoroso contenimento dei costi di struttura e del costo del lavoro; flessibilità per rispondere tempestivamente alle esigenze del mercato". Ma aldilà degli impegni formali, è fondamentale "una convinta partecipazione dei lavoratori, dei sindacati, delle istituzioni" che devono entrare nella logica di "massimo utilizzo degli impianti, flessibilità nei turni e nei giorni lavorativi, mobilità interna, contrasto alle forme anomale di assenteismo". Solo così sarà possibile produrre automobili in modo competitivo.

Il sito industriale di Pomigliano sarà interessato da un importante progetto di ristrutturazione per il quale il Gruppo torinese investirà circa 700 milioni di euro. L'ammodernamento ha l'obiettivo di elevare la produttività a World Class Plant grazie ad impianti che consentono un'alta flessibilità e quindi una naturale predisposizione alla produzione di futuri modelli. Crescerà il livello di verticalizzazione del ciclo produttivo ampliando le attività svolte all'interno e aumentando l'utilizzo del personale di stabilimento che sarà interessato da una serie di corsi formazione ad hoc.

Autore: Redazione

Tag: Mercato , Fiat , produzione


Top