dalla Home

Mercato

pubblicato il 31 marzo 2010

Le elettriche Renault-Nissan arrivano in Cina

Il primo programma pilota parte nel 2011 nella città di Wuhan

Le elettriche Renault-Nissan arrivano in Cina

Nel vasto programma Renault-Nissan di diffusione dei mezzi per la mobilità a emissioni zero si colloca l'ennesimo accordo siglato con un'autorità di governo. L'ultimo della lista è stato siglato a Yokohama, in Giappone, e ha visto coinvolti Hiroto Saikawa, executive vice president di Nissan Motor Company e Ruan Chengfa, sindaco della città cinese di Wuhan. Il progetto rientra in un piano impostato dal Governo popolare di Wuhan per la creazione di una città "eco-compatibile e ad alto rendimento energetico", dove i veicoli elettrici rappresentano uno degli elementi più importanti.

Attraverso la riduzione della CO2 e di altri inquinanti atmosferici la metropoli cinese da quasi 10 milioni di abitanti intende quindi riportare la sostenibilità ambientale in una parte del grande stato asiatico, da anni alle prese con uno sviluppo industriale e sociale tanto frenetico quanto fuori controllo sotto l'aspetto ecologico. L'accordo con Renault-Nissan, il primo firmato da un costruttore internazionale con un partner cinese, prevede l'avvio nel 2011 di uno studio di fattibilità sugli EV, con l'utilizzo di 25 veicoli elettrici Nissan e l'impegno da parte del Governo di Wuhan a realizzare 250 stazioni di ricarica elettrica. L'iniziativa prevede anche la collaborazione fra Nissan e le autorità locali per l'attivazione di programmi informativi e di sensibilizzazione dell'opinione pubblica.

Autore:

Tag: Mercato , Nissan , auto elettrica , cina


Top