dalla Home

Motorsport

pubblicato il 29 marzo 2010

Sanremo Rally Storico: un tuffo nel passato

Brazzoli si è aggiudicato la 25esima edizione con una Porsche 911 SC

Sanremo Rally Storico: un tuffo nel passato
Galleria fotografica - Sanremo Rally Storico 2010Galleria fotografica - Sanremo Rally Storico 2010
  • Sanremo Rally Storico 2010 - anteprima 1
  • Sanremo Rally Storico 2010 - anteprima 2
  • Sanremo Rally Storico 2010 - anteprima 3
  • Sanremo Rally Storico 2010 - anteprima 4
  • Sanremo Rally Storico 2010 - anteprima 5
  • Sanremo Rally Storico 2010 - anteprima 6

Con il Sanremo Rally Storico si è aperta la stagione del Campionato Italiano Rally Auto Storiche. Gara di indubbio fascino, giunta alla sua 25esima edizione e dotata anche di grande appeal internazionale, perchè riporta sulle strade dell'entroterra ligure alcune vetture che hanno fatto la storia dei rally e, non a caso, ha anche la titolazione per il campionato europeo.

Nonostante l'assenza di Salvatore Riolo, campione italiano in carica, non si può di certo dire che i 142 chilometri di prove speciali abbiano fatto mancare lo spettacolo, anche con una prima giornata di gara caratterizzata dalla nebbia e dalla pioggia. A fare le spese di queste condizioni climatiche particolari è stato il pluricampione italiano ed europeo Tony Fassina (Lancia Stratos), costretto al ritiro dopo quattro delle dieci prove speciali in programma, quando si trovava al comando della corsa.

Il più lesto ad approfittarne è stato Enrico Brazzoli che, una volta portata in testa la sua Porsche 911 SC, ha saputo gestire al meglio la situazione, controllando il vantaggio di oltre un minuto accumulato sul danese Valter Jensen nel corso della prima tappa. Quest'ultimo, che comunque si è aggiudicato la vittoria della Categoria 2, ha guidato in maniera molto aggressiva nell'ultima tappa, ma è riuscito solo nell'intento di ridurre il suo distacco dalla vetta a 43".

Sul terzo gradino del podio è salito Marco Savioli, anche lui come Jensen al volante di una Porsche 911 della Categoria 2, giunto però al traguardo di Piazzale Carlo D'Apporto della Città dei Fiori con oltre due minuti di ritardo dal vincitore. Sfortunato invece Giorgio Tessore, che si è visto sfuggire il podio nel corso della nona speciale, quando la sua Opel Kadett GTE lo ha tradito a causa di un problema tecnico.

Il ventunesimo posto assoluto, infine, è bastato al siciliano Claudio Savioli per portare la sua BMW 2002 Ti al successo nella Categoria 1, che ha comandato fin dalle prime fasi della corsa. Il prossimo appuntamento stagionale sarà il Rally Storico Campagnolo, fissato per il weekend del 16 e 17 aprile, che sarà la seconda delle nove tappe previste dal calendario 2010.

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Motorsport , rally


Top