dalla Home

Motorsport

pubblicato il 28 marzo 2010

F1: Melbourne, Gara: primo successo targato McLaren per Button

La pioggia scompiglia tutto. Kubica e Massa sul podio

F1: Melbourne, Gara: primo successo targato McLaren per Button

I pronostici vedevano favorite le Red Bull, invece il Gp d'Australia verrà ricordato per la prima vittoria con la McLaren del campione del mondo in carica Jenson Button, ma anche come la gara che ha riportato lo spettacolo in Formula 1, soprattutto grazie allo zampino della pioggia. L'inglese si è reso protagonista di un capolavoro di strategia, scegliendo il momento giusto per montare le gomme slick quando la pista ha iniziato ad asciugarsi. La decisione fondamentale però è stata quella di tenere lo stesso treno di pneumatici fino al traguardo, anche se, senza dubbio, per il suo successo è stato decisivo anche il ritiro di Sebastian Vettel, fermato da un problema all'impianto frenante dopo 26 giri passati tutti a comandare la corsa.

"All'inizio, con le intermedie, la vettura non era troppo stabile, per questo ho deciso di anticipare la sosta per montare le gomme slick. La corsia dei box era bagnatissima quindi pensavo di aver preso una decisione sbagliata, ma in pista le traiettorie si stavano già asciugando, quindi il passo è stato buono fin dall'inizio ed ho potuto recuperare diverse posizioni quando gli altri sono rientrati ai box" ha spiegato il vincitore a fine gara. "Vincere alla seconda gara con la nuova squadra è davvero speciale. Ci è voluto un po' di tempo per adattarmi, ma devo dire che tutti sono stati fantastici nel farmi sentire a mio agio. E' difficile descrivere queste sensazioni, ma devo dire che sono davvero fantastiche".

Il campione del mondo, nonostante un'uscita di pista che sicuramente gli avrà fatto venire i brividi subito dopo il pit stop, ha messo fine ad un'astinenza che durava dal Gp di Turchia della passata stagione ed è andato a conquistare il secondo successo consecutivo a Melbourne, dove l'anno scorso aveva iniziato la sua cavalcata trionfale verso il titolo. Alle sue spalle è giunto un eroico Robert Kubica, bravissimo a tenersi dietro fino alla fine le due Ferrari, nonostante la sua Renault non sia sicuramente all'altezza delle due F10 a livello prestazionale. Il polacco però è stato senza dubbio il pilota che ha saputo sfruttare al meglio le condizioni climatiche particolari della corsa, ottenendo un risultato davvero insperato prima del via.

Gradino più basso del podio per Felipe Massa, giunto al traguardo davanti al compagno di squadra Fernando Alonso, autore di una rimonta clamorosa, dopo che al primo giro era finito in testacoda in seguito ad un contatto con il vincitore e con Michael Schumacher. Lo spagnolo ha mostrato ancora una volta tutta la sua grinta, ma forse avrebbe potuto raccogliere anche di più se il muretto del Cavallino gli avesse fatto lasciare strada da Massa, che per buona parte della corsa è parso più lento del lui.

Alonso rimane comunque in vetta alla classifica iridata, anche perchè nel finale è stato bravo a resistere al ritorno di Lewis Hamilton e Mark Webber, che al contrario dei primi quattro avevano optato per una strategia a due pit stop. I due però si sono autoeliminati dalla lotta per il quarto posto entrando in collisione a tre giri dal termine e regalando il quinto posto alla Mercedes Gp di Nico Rosberg. Hamilton è scivolato dunque al sesto posto, davanti ad un ottimo Vitantonio Liuzzi, mentre l'idolo locale Webber ha danneggiato la sua ala anteriore, precipitando addirittura al nono posto.

Punti anche per Rubens Barrichello, ottavo, e Michael Schumacher, che ha conquistato la decima piazza riuscendo a scavalcare Pedro de la Rosa proprio all'ultimo giro. La gara del 7 volte campione del mondo però è stata tutt'altro che esaltante: basta pensare che dopo un giro era nella scia di Alonso, ma al traguardo ha accusato un ritardo di quasi un minuto dal leader del mondiale.

FORMULA 1, Melbourne (AU), 28 marzo 2010
Classifica finale
1. Jenson Button - McLaren-Mercedes - 1.33'36"531
2. Robert Kubica - Renault - + 12"034
3. Felipe Massa - Ferrari - + 14"488
4. Fernando Alonso - Ferrari - + 16"304
5. Nico Rosberg - Mercedes Gp - + 16"683
6. Lewis Hamilton - McLaren-Mercedes - + 29"898
7. Vitantonio Liuzzi - Force India-Mercedes - + 59"847
8. Rubens Barrichello - Williams-Cosworth - + 1'00"536
9. Mark Webber - Red Bull-Renault - + 1'07"319
10. Michael Schumacher - Mercedes Gp - + 1'09"391
11. Jaime Alguersuari - Toro Rosso-Ferrari - + 1'11"301
12. Pedro de la Rosa - Sauber-Ferrari - + 1'14"084
13. Heikki Kovalainen - Lotus-Cosworth - + 2 giri
14. Karun Chandhok - HRT-Cosworth - + 4 giri

La classifica del campionato piloti: 1. Alonso 37; 2. Massa 33; 3. Button 31; 4. Hamilton 23; 5. Rosberg 20; 6. Kubica 18; 7. Vettel 12; 8. Schumacher 9; 9. Liuzzi 8; 10. Webber 6; 11. Barrichello 5.

La classifica del campionato costruttori: 1. Ferrari 70; 2. McLaren-Mercedes 54; 3. Mercedes Gp 29; 4. Red Bull-Renault e Renault 18; 6. Force India-Mercedes 8; 7. Williams-Cosworth 5.

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Motorsport , formula 1 , piloti


Top