dalla Home

Eventi

pubblicato il 28 marzo 2010

Tuning e sicurezza al My Special Car 2010

A Rimini sicurezza, qualità della componentistica e omologazioni

Tuning e sicurezza al My Special Car 2010

485.675 km in totale, 285 km in media quelli che ogni partecipante ha percorso per partecipare al My Special Car Show 2010. "Questa è passione, quella che ci spinge ogni anno ad organizzare questo appuntamento. Anche in questa nicchia particolare abbiamo pensato che fosse giusto parlare di sicurezza". Così l'AD di GL events Italia Giada Michetti ha aperto l'ottava edizione del più grande appuntamento italiano ed europeo dedicato alle personalizzazioni in cui quest'anno si è voluto dare grande spazio ai temi sul rapporto tuning e sicurezza. Un tema fondamentale in un settore che nel convegno di apertura "Per una nuova cultura della sicurezza" secondo Gian Primo Quagliano, direttore del Centro Studi Promotor, "potrebbe valere intorno a 1200 milioni, anche se non ci sono ancora stime ufficiali".

A moderare l'incontro è intervenuto il direttore di Quattroruote Mauro Tedeschini, che nel suo intervento di apertura ha introdotto un nuovo punto di vista sul tuning, fenomeno che può diventare esso stesso promotore di sicurezza: "Una bella cintura di sicurezza può invogliare di più ad essere allacciata. E' ora di smetterla di considerare gli appassionati di automobili come scavezzacollo. Io stesso ho visto gente come Schumacher o Fisichella guidare in strada con molta prudenza. Chi ama la propria automobile ama anche la sicurezza".

Secondo Renzo Servadei, AD di Promotec, sicurezza vuol dire anche componentistica di qualità: "Il fatto che in una fiera di tuning si parli di sicurezza è importante sia per motivi etici che per motivi economici: chi non fa prodotti sicuri è giusto che vada a casa. Non è paternalismo, perchè al di là dell'etica anche questo è un business". Perchè il tuning sia sicuro c'è bisogno di regole sulle omologazioni, ed è questo l'obiettivo della Federazione Italiana Tuning e della Federazione Italiana Tuning Sportivo che a Rimini hanno presentato la loro attività. La prima sostiene la proposta di modifica all'articolo 78 del CdS (che non ha ancora terminato il suo iter parlamentare) presentata nel 2008 dagli onorevoli Lulli e Minasso per eliminare il nullaosta delle Case costruttrici alle modifiche. La seconda è presente con lo slogan "Io sono omologato" e offre consulenza su come ottenere l'omologazione della propria auto personalizzata secondo le norme già in vigore.

Autore:

Tag: Eventi , tuning


Top