dalla Home

Eventi

pubblicato il 15 marzo 2010

Archiviato l'Old Time Show 2010

Alla Fiera di Forlì degna celebrazione del centenario Alfa Romeo

Archiviato l'Old Time Show 2010
Galleria fotografica - Old Time Show 2010Galleria fotografica - Old Time Show 2010
  • Old Time Show 2010 - anteprima 1
  • Old Time Show 2010 - anteprima 2
  • Old Time Show 2010 - anteprima 3
  • Old Time Show 2010 - anteprima 4
  • Old Time Show 2010 - anteprima 5
  • Old Time Show 2010 - anteprima 6

Alfa Romeo compie 100 anni e l'annuale appuntamento forlivese dell'Old Time Show non ha potuto esimersi dal tributare il suo omaggio alla Casa del Biscione, attraverso la formula della mostra tematica che ne ripercorre le tappe più significative. L'arco temporale è talmente ampio e la produzione è così variegata da non poter ipotizzare una raccolta completa di tutti i modelli Alfa, ma l'interessante scelta effettuata dai curatori dell'evento ha di certo soddisfatto i visitatori della Fiera di Forlì, trasformata il 13 e 14 marzo in una succursale in terra romagnola del Museo Storico Alfa Romeo.

Già la presenza della veterana Darracq del 1904, marca che con il fallimento della filiale italiana apre le porte alla nascita della A.L.F.A (Anonima Lombarda Fabbrica Automobili), dà la misura del livello storico-culturale dell'esposizione, capace di proporre la leggendaria Alfa P2 che fu di Gastone Brilli Peri, l'Alfa 159 "Alfetta" con cui Juan Manuel Fangio vinse il suo primo mondiale di Formula 1 o la l'Alfa Tipo 33/3 a 12 cilindri come quella che Nino Vaccarella e Toine Hezemans portarono alla vittoria nella Targa Florio 1971. Uno stuolo di 1750, 2300 e 2600 carrozzate da Castagna, Touring Superleggera e Zagato riempie il padiglione principale della fiera, assieme ad alcune splendide Giulietta SZ, TZ1, 1900, Giluia TI Super e GTAm.

A chiudere la storia moderna e contemporanea della Casa del Portello ci pensano l'Alfa 2000, la controversa Arna, una fiammante 75 Turbo Evoluzione, il mitico Duetto e la recenti Brera, Spider e l'Alfa 8C Competizione. A una sorta di interregno a metà strada fra l'automobile e la motocicletta appartengono poi una decina di veicoli da record realizzati in Italia fra gli anni Cinquanta e i Sessanta, profilatissimi e mossi da piccoli propulsori da moto. Stanguellini Colibrì con motore Guzzi, Nibbio 1 e 2, Cobra, LinTo Aermacchi Record e TARF bisiluro fanno ormai parte dell'immaginario degli appassionati, con le loro carrozzerie ultra-aerodinamiche. Non meno interessante è la retrospettiva dedicata ai 50 anni di Italjet, la marca bolognese di motociclette presente con un'esposizione di 150 modelli storici.

Sullo standard degli scorsi anni si è attestata la buona presenza di commercianti, club di marca, ricambisti e privati, pronti a vendere l'amata auto al migliore offerente. Fra le tante vetture classiche e storiche viste nei padiglioni ha particolarmente impressionato il prezzo di 30.000 euro richiesti per una Fiat Abarth 850TC in fase di restauro, oltre alla massiccia presenza di Porsche d'epoca, dalla 356 alla 911 e fino alla 996. Ora tocca al CRAME, al Club Il Velocifero e all'ASI trovare un nuovo tema o un nome storico dell'automobilismo su cui incentrare l'ottava edizione, quella del 2011.

Autore:

Tag: Eventi , auto storiche , anniversari


Top