dalla Home

Mercato

pubblicato il 15 marzo 2010

2009 "positivo" per il Gruppo Volkswagen

Quota di mercato in lieve aumento, ma stipendi dimezzati per il cda

2009 "positivo" per il Gruppo Volkswagen

Il 2009 si è chiuso per il Gruppo Volkswagen con 6,29 milioni di autovetture consegnate (+1,1%); 11,4% di quota di mercato a livello mondiale (10,3% nel 2008) e 3,95 milioni di auto consegnate dalla marca Volkswagen (+7,8%). Bene anche Skoda, che ha consegnato 684.200 auto (674.500; +1,4%), mentre Seat e Audi hanno segnato un calo rispettivamente dell'8,6% e del 5,4%. In calo anche gli stipendi dei manager.

Complessivamente i membri del consiglio di amministrazione del Gruppo tedesco (cinque, inclusi Winterkorn e Poetsch) hanno incassato nel 2009 oltre 18,72 milioni (13,1 milioni la parte variabile e circa 5,63 quella fissa) rispetto a più di 45,38 milioni nel 2008. Guardando al consiglio di sorveglianza, il suo presidente (e padrone del gruppo) Ferdinand Piech ha percepito 390.500 euro (362.500 euro la parte variabile, 28mila quella fissa) rispetto ai 467mila euro del 2008. E' quanto risulta dalla relazione di bilancio annuale della Casa di Wolfsburg, da cui emerge che l'anno scorso (l'anno dell'acquisizione di Porsche) Martin Winterkorn, presidente del consiglio di gestione del Gruppo Volkswagen, ha visto dimezzato il suo stipendio. A fronte di una retribuzione (inclusa una parte variabile non precisata) di oltre 12,71 milioni di euro nel 2008, l'anno scorso la cifra si è ridotta a poco più di 6,6 milioni (4,9 milioni la parte variabile). E' andata anche peggio al direttore finanziario Hans Dieter Poetsch (circa 3,45 milioni lo stipendio 2009 rispetto a 9,52 milioni nel 2008).

LE AUTO VENDUTE
Il Gruppo Volkswagen ha consegnato nel 2009 un totale di 6,29 milioni di veicoli, registrando un lieve aumento (+1,1%) rispetto ai 6,23 milioni del 2008 (escludendo Scania, inclusi i volumi della Volkswagen Veicoli Commercali Trucks & Buses per i mesi di gennaio e febbraio 2009). Un dato in contrapposizione rispetto alla contrazione di oltre il 6% del mercato mondiale dell'auto e, in una situazione economica difficile, la quota nel mercato automobilistico totale è cresciuta, passando dal 10,3% del 2008 all'11,4% (calcolato sulla base delle cifre provvisorie del mercato globale).

I MARCHI NEI PRINCIPALI MERCATI
Il Gruppo Volkswagen ha registrato performance di vendita positive su tutti e tre i suoi principali mercati: in Cina le consegne sono cresciute del 36,7%, raggiungendo quota 1,40 milioni di unità (1,03 milioni); sul mercato tedesco le marche del Gruppo Volkswagen hanno consegnato complessivamente 1,24 milioni di veicoli rispetto a 1,06 milioni dell'anno precedente (+17,5%) e in Brasile il Gruppo ha segnato un +8,7%, toccando le 688.300 unità (633.300). In Europa, dove il mercato ha subito una contrazione di oltre l'11%, sono stati venduti 3,28 milioni di veicoli (3,53; -7,1%), mentre in Nord America le consegne sono scese a 467.500 unità (-7,1% rispetto alle 502.900 del 2008), nonostante il mercato generale si sia ridotto di ben oltre il 20%.
Procedendo per marchi, Volkswagen ha aumentato le consegne del 7,8%, per un totale di 3,95 milioni di unità (3,67 nel 2008). In Cina, il maggior mercato 2009 per la Marca, le consegne sono aumentate del 32,4%, toccando quota 1,12 milioni di unità (0,84 milioni nel 2008). Gli incrementi in Brasile hanno portato a numeri altrettanto positivi, con consegne cresciute del 18,4%, pari a 623.000 veicoli (526.300). Il trend di vendita positivo della nuova Gol - il modello bestseller in Brasile - è stato particolarmente evidente.
Skoda ha consegnato 684.200 auto (674.500; +1,4%), crescendo particolarmente in Cina e in Germania, così come ha aumentato le proprie consegne in Polonia e in Francia.
Audi è andata meno peggio del previsto, consegnando 949.700 vetture (1,003 milioni; -5,4%). A questi risultati hanno contribuito sia le consistenti quote di crescita nella regione Asia/Pacifico sia gli ottimi incrementi su mercati quali Canada e Brasile.
Infine Seat ha consegnato 336.600 autovetture contro le 368.100 del 2008 (-8,6%). "Gli effetti della difficile situazione economica in Spagna, che hanno determinato una contrazione del mercato del 18% circa nel 2009, sono stati particolarmente evidenti - si legge nella nota - In contrapposizione a questo trend, la Seat ha registrato risultati di vendita più consistenti sui mercati principali quali Germania, Francia e Messico".

LE PREVISIONI PER IL 2010
Il 2010 sarà un altro anno impegnativo, secondo Christian Klingler, Vice Presidente Esecutivo con la responsabilità per Vendita e Marketing del Gruppo Volkswagen. "Non ci sono segni di una sostanziale ripresa del mercato automobilistico mondiale - ha detto - I mercati emergenti come Cina e Brasile mostreranno comunque un trend positivo. Grazie alla nostra forte presenza su questi mercati abbiamo intenzione di partecipare alla prevista lieve ripresa del mercato mondiale".

Per leggere la relazione di bilancio annuale del Gruppo Volkswagen cliccate qui.

Autore:

Tag: Mercato , Volkswagen , immatricolazioni


Top