dalla Home

Novità

pubblicato il 16 marzo 2010

Mercedes BlueTEC

Arriva in Italia la gamma diesel ottimizzata per inquinare meno. Ed è già Euro 6

Mercedes BlueTEC
Galleria fotografica - Mercedes BlueTECGalleria fotografica - Mercedes BlueTEC
  • Mercedes BlueTEC - anteprima 1
  • Mercedes BlueTEC - anteprima 2
  • Mercedes BlueTEC - anteprima 3
  • Mercedes BlueTEC - anteprima 4
  • Mercedes BlueTEC - anteprima 5
  • Mercedes BlueTEC - anteprima 6

Mercedes rilancia l'offerta di motorizzazioni diesel con la gamma BlueTEC, le nuove versioni a ridotto impatto ambientale disponibili per Classe E (berlina), Classe R e per tutti i SUV di fascia alta con la stella a tre punte sul cofano (ML, GL, G). Questi modelli sono spinti dal collaudato 350 CDI abbinato ad un sistema che ne ottimizza le emissioni inquinanti allo scarico. L'auto costa qualcosa in più rispetto alle omologhe versione senza BlueTEC, ma consuma leggermente meno e soprattutto è già omologata alla normativa Euro 6 che entrerà in vigore fra il 2015 ed il 2019.

QUESTIONE DI "ADBLUE"
Il segreto del "diesel più pulito a mondo" - così Mercedes definisce il suo BlueTEC - è in un principio chimico applicato ai gas di scarico che è in grado di abbattere fino all'80% gli ossidi di azoto, un inquinante proprio dei motori diesel che le future normative mirano a ridurre drasticamente. Il sistema inietta nel flusso grezzo (prima del catalizzatore) dei gas di scarico una soluzione acquosa a base di urea denominata AdBlue. Questo processo libera ammoniaca che una volta immessa all'interno del catalizzatore SCR, trasforma appunto gli ossidi di azoto in semplice azoto ed acqua. L'AdBlue viene stoccato in un serbatoio supplementare di 25 litri posto nello spazio destinato alla ruota di scorta e per supplire all'assenza di quest'ultima, tutte le Mercedes BlueTEC montano di serie pneumatici Run-Flat. Naturalmente con l'uso della vettura l'AdBlue viene consumato, ma il cliente non dovrà preoccuparsene perchè il rabbocco di additivo è eseguito direttamente in occasione dei tagliandi ufficiali (una Mercedes BlueTEC ne consuma in media 0,1 litri ogni 100 km). Se l'additivo si esaurisce anzitempo, il cliente viene avvertito da una spia, ma l'auto può continuare ad essere utilizzata regolarmente.

ANCHE IL MOTORE E' PIU' EFFICIENTE
L'adozione del BlueTEC è accompagnata dall'ottimizzazione del propulsore in fatto di processi di combustione, dall'impiego di catalizzatori ossidanti che riducono monossido di carbonio e idrocarburi incombusti e, naturalmente, da un filtro antiparticolato. La potenza dichiarata per il diesel 350 BluTEC scende così da 224 a 211 CV, ma cresce il valore di coppia massima da 510 a 540 Nm disponibili fra i 1.600 ed i 2.400. Sulla carta Mercedes dichiara una leggera riduzione dei consumi che varia da modello a modello nell'ordine minimo di 0,3 litri di gasolio ogni 100 chilometri percorsi.

QUANTO COSTA
Per inquinare meno bisogna essere disposti a pagare qualcosa in più. Una Mercedes Classe E, ML o GL BlueTec costa di listino fra i 1.700 ed i 2.400 euro in più rispetto all'omologa versione 350 CDI. Per la Classe R, la cui versione BlueTEC è disponibile solo in abbinamento alla carrozzeria lunga, il sovrapprezzo è invece di 490 euro. Sono minimi invece i costi aggiuntivi di manutenzione collegati ai rifornimenti di AdBlue che non dovrebbero superare i 40 euro a tagliando. Il beneficio di un tale maggiore esborso economico, a parte le questioni di coscienza più o meno ecologica, è che una Mercedes BlueTEC, grazie all'omologazione Euro 6, beneficerà con tutta probabilità di una migliore tenuta del valore sul mercato dell'usato. E Mercedes-Benz Italia è ragionevolmente sicura che questo fattore sia in grado di convicere molti clienti a scegliere il BlueTEC. Tanto che l'obiettivo per il 2010 è di vendere almeno il 30% di modelli diesel, per singola gamma, dotati di tale sistema.

Autore: Redazione

Tag: Novità , Mercedes-Benz , inquinamento


Top