dalla Home

Attualità

pubblicato il 11 marzo 2010

Notte al gelo per gli automobilisti bloccati sull'A24

Strada dei Parchi si scusa. Aperta un'inchiesta

Notte al gelo per gli automobilisti bloccati sull'A24

Centinaia di auto, camion e pullman bloccati in piena bufera di neve. È questo lo scenario che per sette ore, tra ieri sera e questa notte, si è visto su alcuni tratti della A24. "L'unico aiuto ad automobilisti, passeggeri e alle centinia di persone intrappolate da neve e inefficenza è arrivato dalla Croce Rossa - come si legge nella cronaca de "Il Tempo" - che con 6 mezzi e 21 volontari, provenienti dall'Interporto di Avezzano e dai Comitati di Avezzano e Carsoli, hanno soccorso tantissime persone, distribuito mille coperte e aiutato anche una donna incinta all'ottavo mese di gravidanza". L'emergenza si è conclusa alle 3 della notte quando il traffico, grazie al lavoro degli agenti della Polizia Stradale, è tornato lentamente alla normalità.

"E' una cosa incredibile, mentre ci fanno pagare il pedaggio per autostrada di montagna, bastano 10 centimetri di neve per la paralisi del traffico. Ho visto gente che spargeva il sale a mano", ha raccontato uno dei testimoni al quotidiano romano. Inefficenze che hanno portato il Prefetto di L'Aquila, Franco Gabrielli, ad annunciare l'invio di una informativa alla Procura: "In relazione all'emergenza originatasi, legata ad alcuni blocchi della circolazione nel tratto autostradale A24 e ai fortissimi rallentamenti, situazione che ha creato disagi notevoli agli utenti - si legge in una nota -, preso atto delle relazioni a lui pervenute, il Prefetto stigmatizza il comportamento della direzione della Strada dei Parchi e non può non rilevare come le comunicazioni da essa pervenute agli utenti e al Comitato operativo viabilità, riunito presso la Prefettura dell'Aquila-Sge, siano state assolutamente insufficienti, superficiali, contraddittorie e non tempestive. Dopo aver valutato le relazioni finali sull'intera vicenda che il Prefetto ha richiesto ai soggetti interessati, verrà trasmessa opportuna informativa alla Procura della Repubblica per i profili di competenza".

L'iniziativa del Prefetto è stata gradita dal presidente regionale della Cna, Giuseppe Catena, che annuncia iniziative legali a tutela degli operatori del settore; l'Aduc ha chiesto al ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Altero Matteoli, la revoca della concessione autostradale alla società Strada dei Parchi S.p.A che gestisce le autostrade A24 (Roma-L'Aquila-Teramo) e A25 (Torano-Avezzano-Pescara), che ha la concessione per l'esercizio delle due autostrade e sui fatti indagherà anche l'Ispettorato di vigilanza sulle concessioni autostradali dell'Anas, che ha aperto una verifica e ascoltato Strada dei Parchi per esaminare l'accaduto.

La Società Strada dei Parchi ha chiesto scusa e si è difesa spiegando che, con una comunicazione diramata l'8 marzo a tutte le Prefetture territoriali ed al Servizio della Polstrada, è stato fornito il preavviso dell'attivazione del procedure di filtro/fermo dei mezzi pesanti chiedendo l'intervento di tutti gli organi preposti, in linea con il Piano Neve concordato con tutte le Prefetture. "L'informazione è stata puntuale con l'utilizzo dei media disponibili (PMV, Isoradio, Centro Multimediale, report messaggi PMV e fax inoltrati alle Prefetture territoriali), al fine di fornire ai viaggiatori un quadro preciso delle situazioni in atto aggiornandole costantemente ed utilizzando i codici colore degli eventi nevosi, appropriati alla circostanza, e i relativi provvedimenti di regolazione del traffico adottati nel corso degli eventi", recita la nota, che prosegue con la cronaca degli ultimi due giorni

Autore:

Tag: Attualità , autostrade


Top