dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 10 marzo 2010

Le sportive di Sbarro al Salone di Ginevra 2010

Tra futurismo e nostalgia lo stand del designer di origini italiane spicca per originalità

Le sportive di Sbarro al Salone di Ginevra 2010
Galleria fotografica - Sbarro al Salone di Ginevra 2010Galleria fotografica - Sbarro al Salone di Ginevra 2010
  • Sbarro al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 1
  • Sbarro al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 2
  • Sbarro al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 3
  • Sbarro al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 4
  • Sbarro al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 5
  • Sbarro al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 6

Fra i vari stand del Salone di Ginevra 2010, la palma del più variopinto potrebbe essere assegnata a Franco Sbarro e alla sua scuola di design ESPERA, che a questa 80esima edizione della kermesse elvetica hanno spaziato dalle repliche delle coupé Anni '60 alle barchette da circuito, fino alle granturismo futuristiche, in un pout-pourri di stili ed epoche che raramente si vedono tutti assieme.

SBARRO AUTOBAU
Il designer di origini italiane ha portato a questa 80esima edizione del Salone di Ginevra la Autobau, omaggio al pilota di lunga data Fredy Lienhardt (a oltre 60 anni ancora in pista in LMS ed ALMS) ed al suo museo-club omonimo aperto di recente a Romanshorn, sul Lago di Costanza. Realizzata in maniera molto curata ed equipaggiata con un potente V12 da oltre 550 CV di provenienza Ferrari per un peso di circa 1500 kg (il che fa supporre prestazioni ottime) ha però suscitato pareri controversi per le sue linee a dir poco ardite...

SBARRO ESSENZA
Di design più canonico, ma comunque molto personale, la Sbarro Essenza. Telaio a traliccio in tubi d'acciaio, motore BMW 2.5 litri da 204 CV di provenienza Z4 e carrozzeria in fibra di vetro, è la realizzazione degli studenti della scuola Espera Sbarro di Montbéliard, un lavoro collettivo di circa 15.000 ore attraverso il quale gli allievi dell'annata 09/10 di Franco Sbarro hanno imparato l'arte della prototipazione. Pesa appena 850 kg.

SBARRO CONCEPT GT4
Altro progetto degli studenti di Montbéliard (classe 08/09) è la CONCEPT GT4, barchetta di categoria GT4 (sulla falsariga delle Lotus 7-11 e Peugeot THP Spider) sempre con telaio in tubi di acciaio dal peso di 650 kg, carrozzeria in fibra di vetro e motorizzazione di derivazione motociclistica proveniente dalla Suzuki 1200 Bandit.

SBARRO COUPE' SIXTIES
In mezzo a tanta modernità, Sbarro non ha trascurato però un altro dei suoi pezzi forti: le repliche. Fu proprio con la replica della Lola T70 che partì la su aattività e Accanto all'immortale Ford GT40, a Ginevra è stata presentata per la prima volta la Coupé Sixties, denominazione generica che indica però una bella interpretazione delle Ferrari 330 P3/P4 di fine anni '60. Dentro batte ancora un motore del Cavallino, un V12 da 400 CV.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , ginevra


Top