dalla Home

Curiosità

pubblicato il 10 marzo 2010

KSU Gazal 1

Il primo fuoristrada nato fra le dune

KSU Gazal 1
Galleria fotografica - KSU Gazal 1Galleria fotografica - KSU Gazal 1
  • KSU Gazal 1 - anteprima 1
  • KSU Gazal 1 - anteprima 2
  • KSU Gazal 1 - anteprima 3
  • KSU Gazal 1 - anteprima 4
  • KSU Gazal 1 - anteprima 5
  • KSU Gazal 1 - anteprima 6

Come si promuove una cultura dell'auto in un Paese che non ha mai avuto nella sua storia Case automobilistiche? Studiandola all'università. E' andata più o meno così in Aurabia Saudita, dove 55 studenti di ingegneria della KSU (King Saud Univeristy) seguiti e diretti dal loro professore Saied Mohamed H. Darwish - su richiesta del loro rettore Abdullah Al- Othman - hanno progettato e costruito il primo autoveicolo nazionale chiamato Gazal 1, in onore della gazzella del deserto araba, famosa per le sue doti di forza e resistenza.

L'ardua impresa è stata resa possibile grazie all'aiuto di professionisti come la Magna Steyr Italia che si è occupata del supporto ingegneristico, mentre per quanto riguarda il design ci ha pensato la Studiotorino. Circa l'80% delle lezioni si è tenuta direttamente nella capitale araba Ryad, mentre un altro 20% a Torino, dove gli studenti dell'Università mediorientale hanno tenuto un vero e proprio "training on the job". Infatti il progetto, partito ad aprile 2009 e terminato all'inizio del 2010, ha visto lo studio e l'attuazione di tutte le fasi di progettazione necessarie per produrre un veicolo: dall'indagine di marketing, alle ricerche ingegneristiche e di stile, fino ad arrivare alla fase di produzione in stabilimento.

Il risultato è un apprezzabile fuoristrada costruito sull'ottima meccanica della Mercedes Classe G a passo lungo. Il telaio a longheroni e l'affidabile meccanica presa in prestito dal 4x4 teutonico permette alla Gazal di affrontare qualsiasi tipo di terreno, ma nello stesso tempo di garantire una sufficiente comodità nell'uso quotidiano. Esteticamente la linea semplice è austera sembra aver convinto il pubblico del Salone di Ginevra. Insomma quello che sembrava solo uno "studio" potrebbe diventare addirittura realtà e sfociare in una produzione di serie, premiando lo sforzo e la passione di tutte le persone che hanno creduto fino alla fine in questo sogno nato tra le dune.

Autore: Francesco Donnici

Tag: Curiosità , car design


Top